Venerdì, 29 Maggio 2020
stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia Atm di Messina, arriva l'emendamento per introdurre la clausola di salvaguardia
SINDACATI

Atm di Messina, arriva l'emendamento per introdurre la clausola di salvaguardia

Atm di Messina, arriva l’emendamento con richiesta di introduzione della “Clausola di salvaguardia “ nel contratto di servizio votato lo scorso 30 dicembre. «Elemento indispensabile per proseguire nel percorso intrapreso al centro dell’impiego - dichiarano Cgil Uil e Cub - ed in tal senso ce ne faremo promotori».

Lo hanno detto a gran voce in questi giorni Cgil Uil e Cub ed il direttore del Centro dell’impiego, lo ha confermato il voto odierno del consiglio comunale con il quale in un emendamento si chiede di sanare, con una revisione del contratto e l’introduzione dell’art 25 bis, una situazione che poteva mettere a rischio 461 lavoratori. Questo il testo dell’articolo: «Al fine di garantire il mantenimento dei livelli occupazionali e la salvaguardia dell’attuale forza lavoro, i lavoratori dipendenti da Atm liquidazione a tempo indeterminato alla data della cessazione dell’attività di quest’ultima transiteranno In Atm S p.a. in applicazione della normativa vigente in materia di clausola sociale».

«Nonostante siano giunte in questi giorni alcune errate interpretazioni delle norme è stata alla fine appurata la necessità dell’inserimento della Clausola di salvaguardia nel contratto di servizio quale fondamentale tutela dei lavoratori nel rispetto delle norme di legge - dichiarano Filt Cgil UIltrasporti e Cub Trasporti - facendo prevalere finalmente il buon senso , il rispetto delle norme secondo le linee indicate dal Centro dell’impiego».

«Con il voto dell’emendamento per Integrare il contratto di servizio con l’inserimento dell’Art. 25 bis, che impone tra gli obblighi di Atm Spa la Clausola di salvaguardia per i 461 lavoratori, si fa un passo avanti a garanzia della tutela dei diritti acquisiti. Viene modificato l’atto di indirizzo così come esitato dalla commissione mobilità - dimostratosi un atto di buona volontà ma insufficiente e fuorviante in taluni contenuti, continuano i sindacati. - L’atto di indirizzo e la teoria sostenuta da talune parti che giudicava superfluo l’inserimento della clausola nel contratto di servizio , viene opportunamente emendato in consiglio con l’integrazione della clausola di salvaguardia a garanzia che i dipendenti a tempo indeterminato di Atm in liquidazione transiteranno nella Atm spa . Sarà il dipartimento a preparare la proposta di deliberazione che dovrà passare prima in giunta e poi nuovamente in consiglio.
Auspichiamo che , una volta corretto il tiro e votata l’integrazione al contratto di servizio - concludono i sindacati - si riprenda serenamente il percorso con i liquidatori e la nuova Spa presso il centro dell’impiego così come previsto dalla legge ove occorrerà trovare in tempi brevi risposte ai dubbi ancora in sospeso e soluzione alle altre problematiche relative al Tfr e le ferie dei lavoratori».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook