Sabato, 16 Gennaio 2021
stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia Bando per operatori ecologici a Messina, 200 aspiranti in graduatoria
LAVORO

Bando per operatori ecologici a Messina, 200 aspiranti in graduatoria

di
lavoro, messinaservizi, rifiuti, Gaetano Sciacca, Giuseppe Lombardo, Messina, Sicilia, Economia
Messina Servizi

Il passaggio del testimone è avvenuto, pur se con gli ultimi refoli di polemiche, in questi giorni. Il traguardo è quello della fine di gennaio. Nuova puntata del bando di concorso per 100 nuovi operatori ecologici della Messina Servizi che, da settembre a oggi, ha avuto diverse vicissitudini. Il botta e risposta fra Messina Servizi e il Centro per l'impiego, incaricato dell'avviamento a selezione dei candidati, dovrebbe essersi concluso e adesso il resto della procedura sarà svolto dalla società partecipata del Comune.

L'azienda, infatti, ha preso atto dell'ultima comunicazione del dirigente del Centro per l'impiego Gaetano Sciacca e ha deciso di completare la fase di verifica di tutti i requisiti di quanti hanno presentato istanza.

L'ufficio regionale di via Dogali, dopo le ultime sollecitazioni, ha confermato di avere effettuato le verifiche dei carichi familiari di tutti e 2000 i candidati e di avere incrociato i dati con i redditi personali. Ne è venuta fuori anche una graduatoria dei primi 200 aspiranti operatori, cioè del doppio di quanti realmente avranno un contratto per un anno. «Avremmo preferito - dice Lombardo chiudendo la questione - saperlo per tempo che non tutti i requisiti sarebbero stati verificati. In ogni caso, adesso andremo avanti noi. Puntiamo a chiudere tutto a gennaio».

Messina Servizi, quindi, ha designato una task force interna che si concentrerà sulle restanti verifiche che riguardano, per esempio, l'assenza di condanne penali, l'assolvimento dell'obbligo scolastico, il possesso della patente A.

Non è escluso che possano essere gli stessi 200 candidati ad essere chiamati in causa poter fornire la documentazione necessaria e accelerare i tempi di verifica e avvicinare il momento della prova pratica che dovrà poi dare il via libera alle assunzioni.

«I 100 dipendenti sono essenziali per poter continuare il lavoro di trasformazione della raccolta - dice Lombardo - da indifferenziato a porta a porta. Per questo vogliamo chiudere a gennaio le assunzioni per poter continuare ad avanzare verso il centro città che altrimenti non possiamo coprire».

Intanto, con il Capodanno alle porte, Messina Servizi ha presentato il vademecum per il conferimento dei rifiuti. Oggi e domani, nelle aree raggiunte dal porta a porta si possono conferire i rifiuti in maniera differenziata come previsto dal calendario, perché la raccolta non subirà interruzioni nemmeno a Capodanno. Mentre per il conferimento dei rifiuti indifferenziati (nei cassonetti stradali delle zone ancora non coperte da servizio porta a porta) oggi non si deve gettare immondizia perché prefestivo, domani invece, cassonetti “aperti”, come sempre dalle 17 alle 21.

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook