Domenica, 15 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo
BOTTA E RISPOSTA

Messina, il presidente Amam: "L'Iacp ci deve 13 milioni"

di

Le bollette Amam sotto l’albero di Natale. I compensi dovuti ai legali per il periodo 2013-2018. La lotta ai morosi. I tagli delle utenze commerciali e la riduzione dell’erogazione idrica in diversi condomini.

Le vicende dell’Azienda acqua tengono banco in città e si arroventa il clima, con il botta e risposta tra il presidente della società partecipata Salvo Puccio e l’ex componente del Cda dell’Amam Roberto Cerreti, coordinatore del Movimento liberi insieme (Mli).

Ad accendere la miccia è stato proprio Cerreti: «È notizia degli ultimi giorni, propagandata dal sindaco De Luca, che “il debitore più consistente e più moroso dell’Amam è l’Atm che deve 1.180.000 euro”.

A replicare è Salvo Puccio ricordando che «il totale del credito vantato sulle utenze condominiali ex-Iacp è pari oggi a circa 13 milioni (consumi dal 1999 ad oggi, sempre rivendicati dunque non prescritti) ed è costituito in gran parte da procedimenti giudiziali per circa 4 milioni».

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook