Sabato, 07 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo
LAVORO

Poste Italiane e i tagli a Messina, il manager: "Non verrà meno l'impegno sul territorio"

Poste Italiane non arretra ma conferma il suo impegno sul territorio. Il vice direttore generale dell'azienda, Giuseppe Lasco, risponde alle osservazioni critiche del deputato regionale del Pd, Franco De Domenico, sul piano di rimodulazione delle filali.

Il deputato regionale, come riporta la Gazzetta del Sud in edicola, puntava il dito contro la ventilata chiusura di 14 filiali in Sicilia, di cui 5 a Messina. Il vicedirettore generale circoscrive la sua risposta solo alla città dello Stretto: «Il piano di interventi previsto per la città di Messina è frutto di una continua interlocuzione con le strutture centrali e locali dello Stato. Grazie a questo confronto, Poste Italiane conferma pienamente la sua presenza in città, con i suoi 50 uffici postali e i 32 ATM Postamat abilitati a tutte le operazioni, disponibili sette giorni su sette ed in funzione 24 ore su 24».

In questo contesto «il piano di rimodulazione degli uffici Postali definito per l'anno in corso interessa esclusivamente i grandi centri urbani nei quali sono presenti decine o centinaia di uffici postali e tiene conto della presenza di uffici limitrofi entro 3 chilometri».

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook