Venerdì, 18 Ottobre 2019
stampa
Dimensione testo
INVESTIMENTI

Bando periferie, 40 milioni di euro per centri della provincia di Messina: i progetti

di
governo, provincia di messina, riqualificazione urbana, Messina, Sicilia, Economia
Palazzo Alvaro, sede della Città Metropolitana

Tornano in pista i 40 milioni di euro del Bando per le periferie. I fondi nazionali destinati ai Comuni della provincia di Messina sono stati riattivati a fine anno scorso, ma adesso sarà possibile anche spenderli. Nei giorni scorsi è stata firmata la convenzione fra Palazzo dei leoni e la presidenza del Consiglio per la gestione di questo “tesoretto” diviso in 44 progetti per 37 Comuni. Quella posta da Cateno De Luca, in realtà è la seconda firma in calce ad una convenzione di questo genere, poiché anche il suo predecessore Francesco Calanna aveva già chiuso l'accordo.

Dalla prima versione alla seconda della convenzione, riporta la Gazzetta del Sud in edicola, è cambiato che le eventuali economie, quindi i ribassi d'asta, dovranno essere restituiti al Fondo Coesione e Sviluppo e non riutilizzati dallo stesso ente locale. Ma soprattutto, la presidenza del Consiglio non garantisce più l'anticipo del 20% per cui i Comuni che dovranno avere in bilancio la copertura.

Nella lista dei 44 progetti non ci sono opere che riguardano la città. I tre lavori economicamente più corposi sono tutti nell'area jonica: 2,8 miliono per Fiumedinisi, dove deve nascere il parco fluviale “Fiumilandia”, la scuola degli antichi mestieri, e deve essere riqualificato il quartiere S. Francesco. A Letojanni sono attesi i pullmini elettrici e poi rotatorie, parcheggi e sottopassi per 2,7 milioni. Per Santa Teresa ci sono 2,2 milioni per costruire la cittadella dei diritti, manutenere l'ex pretura e farne un polo socio sanitario, e rimettere in sesto il PalaBucalo.

Dall'altro lato Barcellona ha 4 progetti per oltre 1,5 milioni compresi gli 800.000 euro per la riqualificazione del quartiere Fondaconuovo. Alcara Li Fusi vorrebbe rendere più agevole l'utilizzo della villa comunale ai portatori di handicap. Falcone e Naso puntavano sul bando per fare piazze e ville. A Capo d'Orlando è atteso un milione per rifunzionalizzare l'ex scalo merci della stazione per farne uffici comunale. A Mongiuffi e Pace del Mela fremono gli sportivi perché potrebbero nascere il nuovo campo da calcio e la pista d'atletica. Torregrotta punta ai 900.000 euro per realizzare un centro di aggregazione al posto dell'ex mattatoio comunale. Castroreale con due milioni potrebbe dare nuova vita alla frazione di Bafia.

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook