Domenica, 01 Agosto 2021
stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia Il nuovo porto di Messina sarà una sede di stoccaggio per gas liquefatto
TREMESTIERI

Il nuovo porto di Messina sarà una sede di stoccaggio per gas liquefatto

di
lng stoccaggio, messina, porto tremestieri, Giuseppe Lembo, Messina, Sicilia, Economia
Il progetto del nuovo porto di Tremestieri

Il porto di Tremestieri è stato individuato dal ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti per la realizzazione di una delle sei stazioni di stoccaggio e bunkeraggio “Lng” (Gas naturale liquefatto) finanziate nell’ambito di un progetto globale volto ad incentivare la creazione di infrastrutture che possano rispondere alla sfide concorrenziali in atto in tutto il mondo.

L’annuncio è stato dato dal funzionario dell’Autorità portuale Giuseppe Lembo, intervenuto, a nome del commissario Antonino De Simone, al workshop che si è tenuto venerdì su iniziativa del gruppo Caronte&Tourist all’Hotel Royale e conclusosi poi a bordo della nave Elio.

Entro il 2026 saranno 25 le navi da crociera della Msc a fare uso del gas naturale liquefatto e tutti gli armatori stanno attrezzandosi così come i porti di tutta Europa stanno cominciando ad adeguare le proprie strutture, come dimostrano gli esempi del porto belga di Zeebrugge, di Rotterdam in Olanda e poi di Marsiglia, Barcellona e Gibilterra. Nel gennaio 2017 l’Italia ha recepito la normativa dell’Unione europea sui carburanti alternativi (decreto legislativo n. 257), con «l’obiettivo di ridurre la dipendenza del Paese – ovvero l’approvvigionamento petrolifero estero – e di attenuare gli effetti negativi sull’ambiente». Il primo porto a muoversi è stato quello di Venezia. Ma vi è l’obbligo, entro il 2025, che tutti i principali porti italiani dispongano di un numero adeguato di punti di rifornimento per le navi alimentate a gas. Messina rientra nel gruppo dei sei porti indicati dal ministero delle Infrastrutture.

Leggi l'articolo completo su Gazzetta del Sud - edizione Messina in edicola oggi.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook