Domenica, 20 Settembre 2020
stampa
Dimensione testo

Cultura

Home Cultura Taormina, il 14 agosto al via il "Bellini Renaissance" con "Solo per amore"
GRAN GALA

Taormina, il 14 agosto al via il "Bellini Renaissance" con "Solo per amore"

gala, lirica, musica, Messina, Sicilia, Cultura
Anna Pirozzi

Con il primo Gran Gala, dal titolo “Solo per amore”, prenderà il via venerdì 14 agosto, alle 21.30, a Taormina, il Bellini Renaissance, la manifestazione dedicata alla figura di Vincenzo Bellini, sommo compositore catanese che ha indissolubilmente segnato la storia del melodramma italiano ed in particolare del Belcanto.

Una manifestazione fortemente voluta dall’Assessorato del Turismo, dello Sport e dello Spettacolo della Regione Siciliana, guidato dall’assessore Manlio Messina, che si è intestato il progetto come volano di promozione culturale e turistica del territorio etneo e dell’intera Regione. Protagonisti della serata d’esordio, nello splendido scenario del Teatro Antico di Taormina, saranno: sul podio Fabrizio Maria Carminati, solisti Anna Pirozzi soprano, Fabio Sartori tenore, Veronica Simeoni mezzosoprano, Simone Piazzola baritono. Maestro del coro Luigi Petrozziello.

Il programma

Vincenzo Bellini, Norma, sinfonia; I Puritani, “Ah per sempre io ti perdei”; I Capuleti e i Montecchi, “Se Romeo t’uccise un figlio”, “La tremenda ultrice spada”; Norma, “Meco all’altar di Venere”, “Norma viene”, “Sediziose voci, voci di guerra”, “Casta Diva”, “Ah bello a me ritorna”, Finale I “Oh, di qual sei tu vittima”.

Giuseppe Verdi, La forza del destino,sinfonia; Un ballo in maschera, “Eri tu che macchiavi quell’anima”; Nabucco, “Va pensiero”; Don Carlo, “Per me giunto … O Carlo ascolta”.

Umberto Giordano, Andrea Chenier, “La mamma morta”. Francesco Cilea, Adriana Lecouvreur, “Acerba voluttà”.

Giacomo Puccini, Tosca, “Vissi d’arte”; Turandot, “Nessun dorma”.

Orchestra, coro e tecnici dell’E.A.R. Teatro Massimo “V.Bellini” di Catania, in collaborazione con il Teatro Vittorio Emanuele di Messina. Per l’evento inaugurale la Fondazione Taormina Arte assicurerà, tra l’altro, tutti i servizi necessari che riguardano la logistica. “Questa prima edizione sperimentale della manifestazione voluta fortemente dal governo Musumeci – spiega l’assessore del Turismo, dello Sport e dello Spettacolo della Regione Siciliana, Manlio Messina – sarà caratterizzata da prestigiosi concerti, che vedranno protagonisti di queste serate artisti che hanno calcato i più grandi palcoscenici del mondo, dalla Scala di Milano al Metropolitan di New York. Vogliamo valorizzare la risonanza nazionale e internazionale di un appuntamento che si identifica con un compositore dalla forte matrice identitaria e assurto nell’olimpo della storia della musica quale fondatore dell’opera romantica italiana. Sarà un’azione a 360 gradi per  rafforzare l’immagine della Sicilia come destinazione di turismo culturale con effetti rilevanti sull’incoming di visitatori appassionati e amanti della musica”, conclude Messina.

Artefici fondamentali del Bellini Renaissance le eccellenze musicali dell’Isola, a partire dal Teatro Massimo Bellini, in collaborazione con il Teatro Massimo di Palermo, la Fondazione Orchestra Sinfonica Siciliana e il Teatro Vittorio Emanuele di Messina, insieme con gli enti locali e le maggiori istituzioni culturali, atenei, conservatori di musica.  La scelta della tipologia del concerto-gran galà, con interpreti di chiara fama internazionale, permette in atto di conciliare l’alto  livello artistico con le particolari esigenze logistiche imposte dal Covid-19, rimandando al prossimo anno la realizzazione delle produzioni operistiche.

Bellini Renaissance è promosso dall’Assessorato del Turismo, dello Sport e dello Spettacolo della Regione Siciliana, in collaborazione con l’Ente lirico autonomo regionale Teatro Massimo Bellini di Catania e altre eccellenze musicali e culturali siciliane, in particolare il Teatro Massimo di Palermo, il Teatro Vittorio Emanuele di Messina, la Fondazione Orchestra Sinfonica Siciliana, il Comune e l’Università degli Studi di Catania, il Conservatorio di musica "Vincenzo Bellini" di Catania, il Parco archeologico di Naxos-Taormina, il Parco archeologico di Catania e della Valle dell’Aci, la Soprintendenza ai Beni culturali di Catania e la Curia arcivescovile di Catania. Bellini Renaissance è realizzato nell’ambito dell’APQ Sensi Contemporanei - Cinema ed audiovisivo, in raccordo con la Direzione generale Cinema e audiovisivo del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo e l’Agenzia per la Coesione Territoriale.

“Il Bellini Renaissance – osserva il commissario straordinario Daniela Lo Cascio - è un progetto grandioso che, oltre a tributare il doveroso omaggio al grande compositore siciliano, apprezzato e amato in tutto il mondo, consentirà di arricchire l’offerta turistico-culturale della Sicilia. Questa iniziativa dell’Assessorato regionale al Turismo parte con i migliori auspici: il semplice fatto che tutti i soggetti oggi presenti - istituzioni pubbliche, Università, Enti lirici, Conservatori - abbiano deciso di aderire con slancio, facendo rete,  consentirà il conseguimento di ambiziosi traguardi. Bellini e il suo genio creativo  "rinascono" ancora una volta per dare lustro e favorire il rilancio artistico e socio-economico della Sicilia”, conclude Lo Cascio.

“Il Teatro Massimo Bellini – afferma il sovrintendente Giovanni Cultrera - è orgoglioso di poter effettuare una serie di importantissime manifestazioni internazionali dedicate alla bellezza della musica. Gli spettacoli del Bellini Reinassance nei siti più prestigiosi di Catania e Taormina, nei Giardini di Villa Bellini, nel Teatro Massimo Bellini, in Cattedrale, nel Teatro Antico di Taormina, testimoniano lungimiranti obiettivi di offrire storici e stabili punti di riferimento per l’esigente turismo lirico. Bellini ha dedicato il suo Genio all’umanità ed il suo patrimonio materiale ed immateriale ci rende responsabili di efficaci strategie future. Ringrazio la Regione Siciliana per questo ambizioso progetto e grazie a tutte le sinergie istituzionali ed agli ospiti internazionali si può vivere al...Massimo la percezione sensoriale dell’emozione della musica dal vivo”, conclude Cultrera.

“Le sedi prestigiose del Teatro Greco di Taormina, il parco di Villa Bellini e il Teatro Massimo Bellini di Catania saranno la cornice degli eventi – dice il direttore artistico Fabrizio Maria Carminati –. Un particolare ringraziamento va a tutti gli artisti che hanno voluto essere testimoni di questi eventi bellini ani e una menzione speciale a Leo Nucci, che ci onora della sua presenza a suggello del Premio alla carriera Teatro Vincenzo Bellini di Catania, Regione Siciliana e Comune di Catania, che gli verrà assegnato nella serata del 29 agosto. I programmi, pur orientati alla valorizzazione dell’intero repertorio, si aprono anche alla produzione operistica di Donizetti, Verdi e Puccini appagando così tutti gli appassionati del Belcanto italiano”, conclude Carminati.

Prossimo appuntamento in programma il 29 agosto, a Catania, nella Villa Bellini, con il secondo “Gran Gala” che sarà diretto ancora da Fabrizio Maria  Carminati, solisti Laura Giordano, Shalva Mukeria, Dario Russo. Guest star della serata sarà il celeberrimo baritono Leo Nucci, che riceverà il Premio alla carriera Teatro Massimo Bellini, assegnato dall’ente insieme alla Regione Siciliana e al Comune di Catania. Il terzo Gran Gala, fissato per il 25 settembre, nella villa Bellini, sarà diretto da Sergio Alapont, solisti Desirée Rancatore, Shalva Mukeria, Franco Vassallo. La scelta della tipologia del concerto-gran galà, con interpreti di chiara fama internazionale, permette in atto di conciliare l’alto  livello artistico con le particolari esigenze logistiche imposte dal Covid-19, rimandando al prossimo anno la realizzazione delle produzioni operistiche.

Sempre nell’ambito del Bellini Renaissance, il 15 settembre, nel teatro Massimo Bellini è in programma il premio “Bellini d’oro”, organizzato dalla Scam, Società catanese amici della musica, in collaborazione con il Teatro Massimo Bellini. Si esibirà in un concerto lirico l’orchestra del Teatro Massimo Bellini, diretta dal maestro Antonino Manuli. Il 23 settembre, giorno anniversario della morte del Cigno catanese, nella Villa Bellini sarà eseguita la Messa di Requiem per soli, coro e orchestra che Gaetano Donizetti dedicò al collega prematuramente scomparso; sul podio Alvise Casellati. Il festival si concluderà martedì 3 novembre, giorno natale del compositore, con due appuntamenti: la mattina alle 10.30, in Cattedrale, concerto del Coro del Teatro Massimo Bellini dal titolo “La spiritualità religiosa nella musica corale”, omaggio a Vincenzo Bellini, nel giorno del sua nascita. Alle 20.30, il concerto commemorativo che sarà tenuto nel Teatro Massimo Bellini dalla pluripremiata Orchestra Sinfonica Siciliana con musiche di Bellini e Geremia.

© Riproduzione riservata

TAG: , ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook