Domenica, 20 Settembre 2020
stampa
Dimensione testo

Cultura

Home Cultura Taormina, musica e letturatura al Teatro Antico: sul palco a sorpresa Catena Fiorello
L'EVENTO

Taormina, musica e letturatura al Teatro Antico: sul palco a sorpresa Catena Fiorello

Musica, letteratura e grandi firme del giornalismo. Tutto questo nel live show di Santi Scarcella di questa sera, 10 agosto, al Teatro Antico di Taormina. Annunciata anche la presenza a sorpresa di Catena Fiorello.

L’evento culturale, organizzato da Demea Eventi Culturali con la collaborazione del Parco Archeologico Naxos Taormina diretto da Gabriella Tigano, vedrà sul palco Santi Scarcella con il suo live “Da Manhattan a Cefalù” ed un salotto letterario con firme importanti del giornalismo e della letteratura italiana.

Il mix di musica e cultura, ideato da Antonio Oliveri e presentato da Milena Romeo e Felice Cavallaro, avrà come ospiti anche l'autrice del momento Stefania Auci, protagonista in classifica con “I Leoni di Sicilia” e la scrittrice Tea Ranno, che ha da poco dato alle stampe il suo ultimo libro “L'amurusanza”.

Annunciata a sorpresa anche la presenza di Catena Fiorello che a Taormina presenterà il suo ultimo libro “5 donne e un Arancino”. L’incasso della serata sarà devoluto al Centro Cardiologico Pediatrico del Mediterraneo, la struttura regionale di alta specializzazione per la cardiologia interventistica e la cardiochirurgia pediatrica diretta dal prof. Salvatore Agati, presente all’Ospedale S. Vincenzo di Taormina.

Il progetto "Da Manhattan a Cefalù" si concentra sul confronto tra i canti di lavoro siciliani con il blues americano, trovandone elementi in comune con il recupero della storia sulla nascita del primo jazz targato Sicilia (Nick La Rocca 1917, Livery state Blues).

I punti principali di questo progetto sono "l'emigrazione, l'integrazione, la glocalizzazione" e soprattutto la "disabilità del cuore", cioè il non riconoscere l'altro per ciò che è veramente. I punti principali di questo progetto sono “L’emigrazione, L’integrazione, La glocalizzazione” e soprattutto la “disabilità del cuore”, cioè il non riconoscere l’altro per ciò che è veramente. Dopo aver conquistato il “Primo Maggio in Piazza S. Giovanni a Roma” e collaborato con il sassofonista di fama internazionale Joe Lovano, Santi Scarcella (che è anche il maestro di pianoforte di Ultimo) porterà a Taormina il suo progetto musicale, un personalissimo e inconfondibile "jazz siciliano", dal respiro internazionale.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook