Venerdì, 30 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Cultura

Home Cultura Un "passo a due" a distanza: l'amore ai tempi del lockdown raccontato dai danzatori messinesi
L'INIZIATIVA

Un "passo a due" a distanza: l'amore ai tempi del lockdown raccontato dai danzatori messinesi

di

“Love Far Away”. Parla messinese il video dal sapore dolce e amaro che racconta delle storie d'amore vissute ai tempi del lockdown: una distanza forzata, piombata sulle vite di tanti innamorati all'improvviso. C'è chi ne ha sofferto e chi ha trasformato questo lungo periodo di lontananza, astinenza e disagio in arte.

A mettersi in gioco, sperimentando e creando un “passo a due” a distanza, sono stati i danzatori professionisti messinesi Giada Minissale e Daniele Sciarrone.

«Già da tempo, ci eravamo prefissati di creare un passo a due - spiega Sciarrone - così, durante la quarantena, ho “alzato la cornetta” e le ho detto che lo avremmo fatto a distanza. Ho curato la regia e il montaggio del video, girando da solo, in casa, con un iphone. Giada è stata una bravissima attrice, oltre che un'eccezionale danzatrice. “Love Far Away” nasce per parlare al pubblico, a chiunque abbia o stia affrontando una lontananza dalla propria amata o dal proprio amato. Probabilmente, mai come oggi. Nel nostro cuore, speriamo che possano vederlo in tanti, per poterci sentire tutti ancor più vicini e uniti».

Sciarrone, diplomatosi al “Dance Arts Faculty” di Roma, anche performer e insegnante, ha iniziato la sua carriera a Messina, con il registra e coreografo Micha Van Hoecke. «Ho conosciuto Daniele un anno fa, nella sala danza del Teatro Vittorio Emanuele - aggiunge Giada Minissale - entrambi, abbiamo fatto parte del corpo di ballo dell'operetta lirica “La Vedova Allegra”. Sono stata entusiasta di far parte di un progetto che lui ha avuto sin dall'inizio ben chiaro e definito nella sua mente. Ogni ripresa che abbiamo girato rappresenta una sensazione diversa: frustrazione, dolore, mancanza, amore. Abbiamo voluto lanciare un forte messaggio, che fosse universale, in modo che tutte le persone guardando il video potessero immedesimarsi con le proprie emozioni. D'altronde, è questo il nostro mestiere: provare forti emozioni e trasmetterle al pubblico, nella speranza di tornare presto a poterle donare e regalare nei nostri splendidi Teatri».

Giada Minissale è anche insegnante di Danza classica e di Danza moderna, diplomata alla “OpesDanza” e alla Federazione italiana tecnici danza. È stata anche danzatrice e coreografa al Concerto di Capodanno 2020 al Teatro Vittorio Emanuele.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook