Venerdì, 15 Novembre 2019
stampa
Dimensione testo
IL FESTIVAL

Taobuk, viaggio di cinque giorni tra letteratura e arte attualità e memoria

di
Taobuk 2019, Teatro Antico di Taormina, Antonella Ferrara, Messina, Sicilia, Cultura
L'ideatrice di Taobuk, Antonella Ferrara

Cos’è il desiderio se non la spinta a realizzare ciò che siamo e vogliamo, e dunque la componente fondamentale della storia individuale e universale? Desiderare è sentimento, emozione, capacità di sognare, sprone e motivazione del cammino umano.

D’altra parte, sembra profilarsi una nuova forma di schiavitù: l’uomo senza sogni né passioni, e perciò senza desideri, condannato a un godimento schiacciato sul consumo compulsivo e perennemente insoddisfatto: con questo tema di fondo torna, per la nona edizione, dal 21 al 25 giugno Taobuk - Taormina International Book Festival, ideato e diretto da Antonella Ferrara: cinque giorni in cui la letteratura incontra il cinema, l’arte, l’attualità e la memoria, passando per la musica e la gastronomia, riempiendo di parole, fascinazioni e ricordi i più bei luoghi della città, col sostegno della Regione Siciliana - assessorati del Turismo, Sport e Spettacolo, Beni Culturali e Identità Siciliana.

Durante la grande serata di gala al Teatro Antico di Taormina – sabato 22 alle 21.30, a ingresso libero – condotta da Alessio Zucchini e Antonella Ferrara, saranno consegnati i Taobuk Award agli scrittori Ian McEwan e Jhumpa Lahiri (entrambi il premio For Literary Excellence); ai musicisti Simone Cristicchi e Nina Zilli, che si esibiranno con l’Orchestra del Teatro Massimo Bellini di Catania, diretta dal Maestro Valter Silviotti; agli attori Massimo Ghini e Nancy Brilli; alla stilista siciliana Marella Ferrera. Sul palco anche la violinista prodigio Anastasiya Petryshak e il soprano georgiano Nino Surguladze.

Tantissimi gli ospiti, tra cui gli scrittori Jostein Gaarder, Simona Sparaco, Cristina Cassar Scalia, Ilaria Tuti, Michela Marzano, Emanuela Ersilia Abbadessa, Giulio Perrone, i giornalisti Roberta Scorranese, Tommaso Labate, Benedetta Tobagi, Federico Fubini, gli studiosi Yves Mény, Donald Sassoon, Luciano Canfora, Eva Cantarella, Vito Bianchi.

Focus su Sciascia, Tomasi di Lampedusa, Leonardo da Vinci, Caravaggio e la Natività rubata, Patti, Pasolini, Primo Levi e sull'impegno di Eglantyne Jebb, fondatrice di Save the children. Tornano anche i corsi di scrittura creativa di Scuola Holden (21-23 a Casa Cuseni) con i giornalisti e scrittori Francesco Musolino e Eleonora Lombardo.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook