Sabato, 28 Gennaio 2023
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Messina, l’estate 2023 potrebbe portare in dono la Bandiera Blu
AMBIENTE

Messina, l’estate 2023 potrebbe portare in dono la Bandiera Blu

Ieri il confronto a Palazzo Zanca e il sopralluogo a Capo Peloro e a Santa Margherita del presidente della Fee Italia

L’Estate del 2023 porterà la prima “Bandiera Blu” nel territorio del Comune di Messina? È ancora presto per dirlo, ma dall’incontro di ieri mattina, tra il presidente di Fee Italia, Claudio Mazza, e il sindaco Federico Basile, sono emersi elementi che inducono all’ottimismo. Mazza si è recato a Palazzo Zanca e ha visitato le spiagge di Capo Peloro e di Santa Margherita. «Il progetto “Aspettando Bandiera Blu” va avanti e la visita del presidente di Fee Italia è un segno importante di attenzione nei confronti del nostro territorio», afferma Basile.
La “Foundation for Environmental Education”, fondata nel 1981, è un’organizzazione internazionale non governativa con sede in Danimarca e agisce a livello mondiale attraverso le proprie organizzazioni, presenti in 77 Paesi nei cinque Continenti. L’obiettivo principale dei programmi “Fee” è «la diffusione delle buone pratiche per la sostenibilità ambientale, attraverso molteplici attività di educazione e formazione in particolare all’interno delle scuole di ogni ordine e grado».
La Fee Italia, costituita nel 1987, gestisce a livello nazionale alcuni programmi come “Eco-Schools”, “Young Reporters for the Environment”, “Learning about Forests” e “Green Key”, ma quello più conosciuto è il “Bandiera Blu”, cioè il percorso che porta alla certificazione della qualità ambientale delle località rivierasche.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Messina

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook