Giovedì, 02 Febbraio 2023
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Biodiversità a Milazzo, il primato in Italia riaccende la crociata per il Capo
AMBIENTE

Biodiversità a Milazzo, il primato in Italia riaccende la crociata per il Capo

di
Nuova Milazzo, Legambiente del Tirreno e Adasc sono concordi: Riserva da istituire per salvaguardare e per valorizzare tesori unici

Può la capitale italiana della biodiversità non essere riconosciuta Riserva naturale? A chiederselo le associazioni del territorio che da un lato commentano positivamente la notizia che la città del Capo ha conquistato nel 2022 il primo posto assoluto alla “City Nature Challenge” grazie agli avvistamenti dei suoi abitanti, piazzandosi anche al settimo posto a livello europeo, dall’altro esprimono il loro disappunto per le continue esclusioni da parte della Regione a fronte delle istanze per ottenere un riconoscimento che permetterebbe non solo di rafforzare gli strumenti di tutela, ma anche di promuovere una valorizzazione del promontorio, così come sta avvenendo per i fondali grazie all’Area marina protetta. E così le associazioni hanno deciso di non demordere, e di rinnovare la richiesta al nuovo governo guidato dal presidente Schifani. E stavolta cercheranno di coinvolgere anche l’Amministrazione comunale per un ulteriore supporto.
«Lo straordinario risultato ottenuto nella manifestazione internazionale per il censimento della biodiversità urbana – afferma Gerardo Lanza di “Nuova Milazzo – dovrebbe rappresentare l’occasione per rilanciare l’istituzione della Riserva naturale a Capo Milazzo, da affiancare a quella Marina. Sino ad ora, nessuno è riuscito a trovare la strada giusta per convincere il governo regionale che anzi sembra intenzionato a limitare, per ragioni di budget, l’attività gestionale delle aree di maggior pregio naturalistico già esistenti, attività svolta in maniera encomiabile dalle associazioni ambientaliste. Siamo certi però che si possa trovare la soluzione coinvolgendo anche la deputazione regionale del territorio che conosce bene cosa c’è a Capo Milazzo e, se vuole, lo ribadiamo, se vuole, può rappresentarlo a Palermo».

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Messina

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook