Lunedì, 06 Febbraio 2023
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Milazzo, tributi rinviati di tre mesi per chi ha subito danni
MALTEMPO

Milazzo, tributi rinviati di tre mesi per chi ha subito danni

La mossa del Comune dopo il nubifragio

In attesa dei ristori da parte della Regione e dello Stato (sperando che arrivino realmente) l’Amministrazione comunale ha voluto dare un segnale a coloro che hanno avuto gravi danni dal nubifragio di sabato scorso. Nella giornata di ieri la giunta Midili ha approvato una delibera con la quale, avvalendosi della facoltà concessa ai Comuni dal Decreto legislativo 446/1997, in ordine alla disciplina delle proprie entrate tributarie, ha deciso, «vista la situazione di emergenza», di posticipare di tre mesi i termini ordinari di versamento dei tributi di competenza comunale (Canone Unico Patrimoniale, Tassa Rifiuti, Canoni per consumi idrici, imposta di soggiorno) e degli avvisi di accertamento per recupero delle imposte locali (Imu- Tari- Cup- Icp- Tosap- Dpa- Idrico). «Tale proroga – specifica l’assessore alle Finanze, Roberto Mellina – potrà subire variazioni a seguito di interventi normativi specifici da parte dello Stato o della Regione in ordine alla dichiarazione dello stato di calamità comunale, che abbiamo già richiesto con un procedente atto deliberativo». L’assessore aggiunge che potranno accedere al beneficio della proroga dei termini «solo le persone fisiche e giuridiche che dimostrino e abbiamo presentato domanda al competente settore comunale di risarcimento e quantificazione dei danni subiti a seguito dell’evento alluvionale dello scorso 3 dicembre, senza bisogno di effettuare altre comunicazioni all’ufficio tributi dell’ente.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Messina

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook