Martedì, 07 Febbraio 2023
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca S. Teresa di Riva, l’erosione della costa non si ferma e... i lavori di tutela non partono

S. Teresa di Riva, l’erosione della costa non si ferma e... i lavori di tutela non partono

di
S. Teresa di Riva, le mareggiate di questi giorni stanno dando gli ulteriori colpi di grazia. Dopo l’avvenuto appalto no vi è ancora traccia della “Via”

Le mareggiate che colpiscono la costa continuano a rosicchiare centimetri di spiaggia e ad abbassarne il livello, ma delle tanto attese opere di salvaguardia dall’erosione non c’è ancora traccia.
Gli interventi previsti sul litorale di S. Teresa di Riva tardano infatti a partire, nonostante l’appalto per la progettazione e la realizzazione dei lavori sia stato affidato nel marzo del 2021, grazie al finanziamento da 10,6 milioni di euro assegnato dalla Regione siciliana.
A gestire la procedura è il Commissario delegato contro il dissesto idrogeologico in Sicilia, che ha ricevuto il progetto esecutivo già nei mesi scorsi, redatto dalle società “Omniservice Engineering Srl” di Aragona (Agrigento), “Geotechical Design Group Srl” di Roma, dal geologo Orazio Barbagallo di Acireale e dall’ingegnere Erasmo Vella di Trapani, incaricati nell’agosto dello scorso anno dal “Consorzio Ciro Menotti” di Ravenna, che si è aggiudicato l’appalto integrato da 5,8 milioni di euro.
«Noi abbiamo fatto tutto quanto era di nostra competenza - commenta il sindaco Danilo Lo Giudice - adesso spetta alla Struttura commissariale occuparsi dell’ottenimento della valutazione di impatto ambientale (Via) e delle verifiche di ottemperanza. Chiedo periodicamente notizie sullo stato dell’iter ma, al momento, non abbiamo aggiornamenti».

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Messina

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook