Lunedì, 28 Novembre 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Messina senz'acqua, confermato dal 25 al 27 lo stop alla distribuzione idrica
DISAGI

Messina senz'acqua, confermato dal 25 al 27 lo stop alla distribuzione idrica

di
Interessata una parte consistente della zona centro-nord della città, oggi i dettagli sulle modalità

Le date sono confermate: una parte consistente della città – si parla di una porzione in cui vivono centomila messinesi – rimarrà senz'acqua da venerdì 25 a domenica 27 novembre. Il via libera è arrivato ieri in prefettura, dove si è tenuta una lunga riunione per fare il punto della situazione sull'intervento programmato dall'Amam sulla tubazione che porta l'acqua tra i serbatoi Montesanto e Tremonti.

Una volta avute rassicurazioni sulle disponibilità di almeno 18 autobotti per gli eventuali (e probabili) interventi nei vari punti della città che rimarranno a secco, ieri si è deciso anche di pianificare nuovamente i tempi di sospensione e riduzione della distribuzione idrica, per cercare di limitare al massimo l'impatto sulla popolazione. Oggi Amam, Comune e Prefettura forniranno i dettagli di ciò che accadrà in quel weekend, quindi verrà diffuso un comunicato di aggiornamento quotidiano, con tutte le info utili e certe.

Si interverrà su circa 60 metri di condotta nella zona di piazza d'Armi, il punto collinare nevralgico che collega Gravitelli, Bisconte, Montepiselli e i Colli Sarrizzo. Le criticità rilevate dai tecnici dell'Amam non sono ancora ad un punto di non ritorno, ma è proprio per evitare di arrivarci improvvisamente ­- con tempi di riparazione che in quel caso sarebbero più lunghi e soprattutto non programmabili – che si è deciso di prevenire, anziché curare.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud-Messina

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook