Sabato, 28 Gennaio 2023
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Messina, Salvini: il progetto c’è, faremo il Ponte
INFRASTRUTTURE

Messina, Salvini: il progetto c’è, faremo il Ponte

di
Prima riunione concreta a Roma presieduta dal ministro delle Infrastrutture che ha fatto il punto sui costi e sui tempi. E lo conferma durante il Congresso degli ingegneri: «Dopo 50 anni metteremo un punto fermo» L’Ue pronta a co-finanziare l’opera. La Rete civica: «Ma è partita già la disinformazione nazionale»

«Ho già presieduto la prima riunione operativa con ingegneri ed esperti. C’è già un’ipotesi di costo e di tempistica. Abbiamo a che fare con una società in liquidazione dal 2013, ma un progetto c’è, conto che nei prossimi mesi dopo 50 anni di attesa ci sarà una parola certa». Vuol dare subito seguito all’impegno assunto fin dal giorno del suo insediamento, il vicepremier e ministro delle Infrastrutture Matteo Salvini, che ieri, in videocollegamento con il Congresso nazionale degli Ordini degli ingegneri d’Italia, ha ribadito la ferma intenzione del Governo di realizzare il Ponte sullo Stretto di Messina.
«Per me sarà un impegno e un orgoglio arrivare finalmente alla definizione del progetto e all’avvio dei lavori di qualcosa che porterà il nome dell’ingegneria italiana in tutto il mondo», ha detto Salvini che, poi, ha aggiunto: «La politica si deve prendere la responsabilità di scegliere, dopo starà ai tecnici e agli ingegneri stabilire come».
Le novità potrebbero riguardare anche la parte economica dell’investimento, come ha fatto sapere l’europarlamentare siciliana della Lega Annalisa Tardino. «L'Unione europea ha parlato chiaro: se il Ponte sullo Stretto è una priorità per il Governo italiano, Bruxelles è pronta a co-finanziare l’opera. In Commissione trasporti abbiamo ospitato Pat Cox, ex presidente del Parlamento europeo e attualmente coordinatore europeo del Corridoio scandinavo mediterraneo Ten-T. Tra i temi che ho sollevato, tra cui la richiesta di un impegno sulla rapidità dei lavori per il Brennero e l’integrazione della dorsale adriatica, in aggiunta a quella tirrenica nella parte sud del Corridoio, ho ricordato la volontà espressa dal nuovo Governo italiano di realizzare il Ponte sullo Stretto, chiedendo una posizione sul conseguente rafforzamento ferroviario che il Ponte potrebbe offrire nel Sud Italia e in Sicilia, utile poi per l’interezza della fruibilità del corridoio.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Messina

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook