Martedì, 29 Novembre 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Cosa nostra a Barcellona, 67 imputati davanti al gup
PROCESSO

Cosa nostra a Barcellona, 67 imputati davanti al gup

di
Venerdì a Messina la maxi udienza preliminare dopo l’operazione dei carabinieri di febbraio sulla riorganizzazione del gruppo mafioso. Traffico di droga, gestione delle bische e dei servizi di vigilanza nei locali

Si aprirà venerdì prossimo davanti al gup Simona Finocchiaro, e visti i grandi numeri si terrà nell’aula della corte d’assise, al Palazzo di giustizia di Messina, la maxi udienza preliminare per l’inchiesta sulla famiglia mafiosa barcellonese e la sua ultima riorganizzazione in ordine di tempo, che nel febbraio scorso ha portato ad 86 misure cautelari dopo anni d’indagine della Distrettuale antimafia di Messina e dei carabinieri. Un’inchiesta gestita dal procuratore di Messina Maurizio de Lucia insieme all’aggiunto Vito Di Giorgio e ai sostituti della Dda Fabrizio Monaco, Antonella Fradà e Francesco Massara.
La maxi inchiesta di Dda e carabinieri è una vera e propria riscrittura della geografia mafiosa fino a pochi mesi addietro - il capo d’imputazione si spinge fino al gennaio del 2021 -, scandita in migliaia di pagine giudiziarie: la generazione di insospettabili che dopo una vita passata nell’ombra di esistenze apparentemente tranquille sono emersi per prendere i posti lasciati liberi; la reale ossessione giornaliera percepita ad ogni intercettazione dagli investigatori di recuperare soldi da tutti i fronti possibili tra estorsioni, droga, il bonus del 110%, e perfino mettendo il pizzo sulle case d’appuntamento.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Messina

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook