Domenica, 05 Febbraio 2023
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Caro-bollette, da Messina parte la “rivolta”
COMMERCIO

Caro-bollette, da Messina parte la “rivolta”

di
Ieri in riva allo Stretto il vertice tra il segretario nazionale del Codacons Francesco Tanasi e i rappresentanti del Movimento contro gli aumenti. Imprenditore riceve una “cartella” da 35mila euro e minaccia di chiudere la propria attività. Carmelo Picciotto: «Così non si può andare avanti, spediamo a Roma le chiavi delle nostre aziende»

Una bolletta da 35mila euro: «Io chiudo la mia azienda, così non si può andare avanti», denuncia un imprenditore messinese. E il Codacons, insieme con il Movimento contro il caro bollette, hanno avviato da ieri, proprio a Messina, una raccolta di bollette e di chiavi delle ditte che minacciano di chiudere i battenti e che saranno inviate al Governo, mentre si preannunzia «una grande manifestazione» da tenersi a Roma dopo il 15 settembre.

Francesco Tanasi, segretario nazionale del Codacons e presidente del Movimento contro il caro bollette luce e gas, accompagnato dal coordinatore regionale, l’avvocato Bruno Messina, ieri è stato a Messina per un vertice con Carmelo Picciotto, il leader di Confcommercio che è anche coordinatore provinciale del movimento. «Una situazione divenuta ormai insostenibile in tutta la Sicilia dove centinaia di aziende, bar e ristoranti sono a rischio chiusura», affermano Tanasi e Messina. E per queste ragioni, «dopo l’ulteriore denuncia da parte di un esercente di una bolletta da 100mila euro non abbiamo alcuna intenzione di restare con le mani in mano – spiega Picciotto –. A Roma saremo presenti per rivendicare il nostro sacrosanto diritto di fare impresa senza essere strozzati dai costi di gestione».

Tanasi ha rilanciato la richiesta al Governo e ai partiti di ampliare la tassa sugli extra-profitti oggi in vigore nei confronti delle società energetiche, estendendola a banche, assicurazioni, farmacisti, case farmaceutiche e società di e-commerce, in modo da reperire le risorse necessarie per contrastare il caro-energia e di portare l’aliquota della tassa al 90%.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Messina

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook