Giovedì, 26 Gennaio 2023
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Bolletta da 22mila euro, la rabbia di un imprenditore di Caprileone
LA PROTESTA

Bolletta da 22mila euro, la rabbia di un imprenditore di Caprileone

di

Diventa un caso politico la vicenda sollevata da un imprenditore di Caprileone al quale è stata recapitata una bolletta di pagamento di quasi 22.000 euro per la fornitura dell'energia elettrica. Si tratta di Nunzio Campisi, titolare del ristorante e sala ricevimenti Antica filanda, posta lungo la Strada Provinciale che collega Caprileone ai centri montani. Dopo l'incredulità, la rabbia e lo sconforto hanno preso il sopravvento. "Ho chiesto spiegazioni alla ditta che si occupa delle forniture per mio conto" dice Campisi. "La risposta è stata netta: non c'è nulla da fare. Mi è stato detto che c'è il rischio di ulteriori aumenti. Intanto, in un mese siamo passati da 24 a 50 centesimi al kilowatt/ora. Quindi, facendo un esempio per rendere più chiara la situazione, già 10 lampadine da 100 costano 50 centesimi l'ora. Negli anni pre-pandemia in media in un anno spendevo per l'energia elettrica dai 70 agli 80.000 euro. Quest'anno la previsione è di toccare quota 300.000 euro. Significa lavorare a vuoto, perché con tutte le spese, e non parliamo solo di fornitura elettrica, in questo modo non avremo nessun guadagno, anzi, ci stiamo rimettendo con i clienti con cui abbiamo chiuso contratti mesi fa e a cui non possiamo chiedere un rincaro per l'elettricità". Sulla vicenda interviene l'Amministrazione comunale. Siamo vicini alle famiglie e alle imprese nella morsa del caro bollette. Il più che lecito grido d'allarme lanciato da Nunzio Campisi è emblematico di una criticità che, a livello internazionale, non può più essere sottovalutata.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook