Venerdì, 30 Settembre 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Panarea presa d'assalto dai turisti: ordinanza restrittiva sugli arrivi
ALLE EOLIE

Panarea presa d'assalto dai turisti: ordinanza restrittiva sugli arrivi

di
Lo ha deciso il sindaco di Lipari, Roberto Gullo: il provvedimento entrerà in vigore da domani per tutelare l'isola. La stessa ordinanza sarà valida per Stromboli da lunedì
eolie, panarea, Messina, Cronaca
Panarea

Provvedimenti d’urgenza per tutelare la piccola isola di Panarea, meta in questi giorni di una pressione antropica divenuta assolutamente insostenibile. Il sindaco di Lipari, Riccardo Gullo, è intervenuto con una nuova ordinanza, più restrittiva rispetto alla precedente, che disciplina, a partire da domani (sabato 20), le operazioni di imbarco e sbarco delle cosiddette imbarcazioni da mini - crociere a Panarea. La stessa ordinanza sarà valida per Stromboli a partire da lunedì prossimo, giorno in cui, salvo provvedimenti dell’autorità marittima, si potrà tornare a sbarcare dagli stessi mezzi nell’isola vulcanica gravemente colpita dagli eventi alluvionali dei giorni scorsi. Fondamentale, infatti, da un lato consentire la pubblica fruizione di questi straordinari luoghi che la natura ha regalato alla Sicilia e al mondo intero, dall’altro però regolamentarla a tutela della sopravvivenza stessa di un delicatissimo ecosistema.

Il primo cittadino, nella qualità di massima autorità sanitaria locale, ha proceduto a una nuova regolamentazione degli sbarchi dalla Sicilia e dalla Calabria, sino al 15 settembre, diversificando giornate e orari: sulla Gazzetta di domani tutti i dettagli dell’ordinanza sindacale. A rinforzare il provvedimento una nota del Dipartimento di Prevenzione dell’Asp di Messina con la quale, facendo seguito all’esposto, si evidenzia che gli sbarchi giornalieri, a Panarea, devono essere necessariamente soggetti a una limitazione in quanto il perdurare delle attuali condizioni potrebbe determinare un serio rischio igienico e un sovraccarico di richieste che potrebbero pervenire, contemporaneamente, alla Guardia Medica locale.

Sbarchi ridotti alle isole: Federalberghi Isole Eolie plaude all'ordinanza del sindaco Gullo

Federalberghi Isole Eolie plaude all’ordinanza del sindaco Riccardo Gullo con la quale si riduce da 200 a 100 il numero degli escursionisti ai quali è consentito sbarcare sulle isole di Panarea e Stromboli da ciascuna minicrociera proveniente dalla terraferma.

L’ordinanza è ulteriormente restrittiva rispetto a quella precedente - emessa dallo stesso sindaco Gullo il 27 luglio scorso, ricalcando quella di chi lo aveva preceduto - e mantiene la suddivisione e l’alternanza tra mattina e pomeriggio per gli sbarchi da chi proviene dalla Sicilia o dalla Calabria.

Proprio il 27 luglio scorso, Federalberghi aveva richiesto l’adozione di strumenti più efficaci per contenere gli afflussi giornalieri e, in ultimo, il 17 agosto aveva denunciato l’eccessiva pressione antropica sull’isola di Panarea venutasi a creare anche per effetto dell’interdizione allo sbarco di escursionisti, opportunamente, imposto per l’isola di Stromboli, dopo la bomba d’acqua che l’aveva colpita il 12 agosto scorso. Un divieto che rimane in vigore fino al 22 agosto per “per consentire il completamento dello sgombero dei detriti alluvionali”.

A tali segnalazioni, era quindi seguito un esposto, richiamato in delibera, a cura del delegato del sindaco per Panarea, Edoardo Omero e la presa di posizione del presidente della Sezione Isole Eolie di Italia Nostra, Angelo Sidoti.

Auspichiamo, ha concluso il presidente di Federalberghi Eolie, Christian Del Bono, che le prescrizioni di questa ordinanza possano rimanere tali anche per gli anni a venire, a prescindere dalle contingenze emergenziali, viste le evidenti ridotte capacità di carico delle isole di Panarea e Stromboli.

© Riproduzione riservata

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook