Venerdì, 30 Settembre 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Messina, lavori a scuola: è caccia alle aule. Casi spinosi alla Cannizzaro-Galatti e alla San Francesco
IL PUNTO

Messina, lavori a scuola: è caccia alle aule. Casi spinosi alla Cannizzaro-Galatti e alla San Francesco

di
Un ampio piano di ristrutturazione degli istituti cittadini è alle porte. I fondi del Pnrr vanno spesi in tempi brevi ma servono spazi per decine di classi. I casi più spinosi restano la Cannizzaro Galatti e la San Francesco di Paola
Messina, Cronaca
Scuola Galatti-Cannizzaro

Aule cercasi tanto in città quanto in provincia. Già in partenza i primi dieci cantieri delle scuole messinesi. Provveditorato, Comune e Città Metropolitana sono alle prese con i problemi strutturali di alcuni edifici, con gli appalti programmati grazie ai fondi del piano di ripresa e resilienza e con la mancanza di aule. E così è stato pubblicato un atto di interpello un'indagine conoscitiva per capire quanti immobili siano disponibili sul mercato. E le prime risposte sono arrivate. Alcune sarebbero già state vagliate. Ci sono da risolvere situazioni particolarmente urgenti e spinose.
Alla Cannizzaro Galatti c'è una relazione preoccupante sulle condizioni di una parte della struttura. In particolare sul primo piano, già inibito alle lezioni da tempo. «Poichè l'indice di rischio è risultato molto basso, ciò comporta che per terremoti con periodi di ritorno pari a circa 712 anni - scrivono i tecnici di palazzo Zanca – possa subire danneggiamenti importanti che ne possano compromettere l'utilizzo e l'incolumità degli occupanti. Si consiglia di inibire l'utilizzo dell'edificio scolastico in attesa dell'esecuzione di urgenti interventi di consolidamento statico della copertura e di interventi di miglioramento sismico che consentano di aumentare la sicurezza degli occupanti in caso di terremoto». I lavori di messa in sicurezza sono già stati appaltati. Ma occorre trovare nuovi spazi dove ospitare le aule che dovranno sloggiare.

Situazioni da sanare anche alla San Francesco di Paola dell'Annunziata dove i tecnici escludono l'eventualità di dover procedere alla demolizione e al declassamento degli edifici esaminati ma chiedono per alcuni plessi miglioramenti e adeguamenti.
Le scuole che hanno lavori in corso e che dovranno trovare dunque in alcuni casi una sistemazione in altri spazi sono dieci: la “Paino” (fine lavori novembre 2023), la Ettore Castronovo (in questo caso sono previste la demolizione e la ricostruzione), Granatari, Galati Sant' Anna (fine lavori dicembre 2023), Santo Stefano Briga (fine lavori novembre 2023), Nino Ferraù di Villaggio Aldisio (cantiere per 303 giorni), plesso vecchio di Giampilieri Superiore (fine lavori febbraio 2023), il plesso nuovo, (adeguamento dei corpi 1 e 2 di santa Lucia sopra Contesse.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Messina

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook