Domenica, 14 Agosto 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Milazzo: rinascita della spiaggia del Cirucco, la società chiede una soluzione
DEGRADO

Milazzo: rinascita della spiaggia del Cirucco, la società chiede una soluzione

I privati titolari della concessione invocano l’uso di una stradella già esistente. Possibile un’intesa con Fondazione, Area marina e Demanio

Restituire alla pubblica fruizione la spiaggia di Cirucco. È quanto auspicano le forze politiche che chiedono l’avvio di una sinergia tra i privati, l’Area marina protetta, la Fondazione Lucifero ed il demanio per sbloccare una vicenda davvero paradossale. La suggestiva spiaggia di Capo Milazzo continua a rimanere off limits a causa del contenzioso tra il gestore della storica struttura e la Fondazione Lucifero, ma anche a seguito della divisione fisica delle aree private di pertinenza dell’Ipab da quelle pubbliche del Demanio, che ricadono nella perimetrazione dell’Area marina. Una divisione che ha reso impossibile la fruizione della vasta area, visto che la società “Cirucco” non ha più accesso dalla terraferma, ma solo dal mare; ma anche la Fondazione Lucifero, a sua volta, ha le aree di proprietà chiuse proprio perché l’affaccio a mare, di competenza demaniale, risulta essere in concessione al “Cirucco”. Adesso l’amministratrice della Cirucco srl, titolare, dal 1962 ad oggi (e fino al 2033) della concessione demaniale del “lido Cirucco”, Rosaria Bassarelli chiede alla Fondazione Lucifero di trovare una soluzione.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Messina

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook