Martedì, 05 Luglio 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Messina, il bambino scomparso ieri sera. Il racconto dei vigili del fuoco che lo hanno ritrovato
LIETO FINE

Messina, il bambino scomparso ieri sera. Il racconto dei vigili del fuoco che lo hanno ritrovato

La paura, l'emozione, la gioia dopo ore di ricerche. E' quello che hanno provato ieri sera i vigili del fuoco e gli uomini della Polizia impegnati nelle ricerche del ragazzino di 11 anni scomparso nelle campagne di Larderia. A raccontarlo è l'ingegnere Enzo Andò dei vigili del fuoco, con un post su facebook dal titolo "E' vero i bambini amano il camion dei pompieri".
"Alle ore 0,25 arrivo a Larderia, accanto al camion dei pompieri c’è il vigile Enzo Vadalà, si accosta un bambino di 11 anni biondo bellissimo, tenerissimo. Io nel frattempo scendo dalla macchina ero in linea con il Funzionario di servizio presso il centro operativo nazionale dei vigili del fuoco al "Ministero". Gli chiedevo l’invio dell’elicottero e dei droni per le ricerche alle prime luci dell’alba, altre pattuglie di poliziotti e altro personale dei vigili erano in giro nei dintorni per le ricerche. Il bambino dice al vigile Enzo “per caso state cercando un bambino”.
Enzo Vadalà risponde: “Sì stiamo cercando Peter”, il bambino risponde: "Sono io Peter". Esplode la gioia in tutti noi, riferisco al collega del ministero l’abbiamo trovato e lui mi dice questo è meraviglioso e penso che si sia anche commosso. Oggi è stata una giornata molto pesante e dura sopralluoghi di prevenzione incendi verifiche di stabilità a Milazzo un grave incendio a Sant’Agata di Militello e problemi di lavoro vari. Trovare e conoscere Peter è stata una gioia infinita… È l’1:30 sono finalmente rientrato in caserma, sono sfinito ma felice".
Il bambino era andato a dare da mangiare ai cani, in un terreno privato di Larderia Inferiore. Ma non si sapeva se avesse portato a termine quel compito. Una certezza: non aveva fatto più ritorno a casa. A denunciare l’episodio, i familiari del piccolo. A quel punto, sul posto si sono fiondati gli agenti della Squadra volante della Questura di Messina, per raccogliere le prime testimonianze ed effettuare un sopralluogo nei luoghi indicati dai familiari.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook