Mercoledì, 06 Luglio 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Il sindaco Basile pensa già al “rilancia Messina”. E stasera compleanno speciale in piazza
PROGETTI

Il sindaco Basile pensa già al “rilancia Messina”. E stasera compleanno speciale in piazza

di
Stasera la «festa del ringraziamento ai messinesi» in piazza Unione europea. «Ma da domani saremo tutti al lavoro...»

La prima uscita ufficiale da sindaco era stata dietro il Carro trionfale di Sant’Antonio, a poche ore di distanza dalla proclamazione. Ma ieri Federico Basile ha potuto indossare la fascia blu, di sindaco metropolitano, in un’occasione speciale, la presenza del capo dello Stato a Taormina, in occasione dello straordinario evento culturale rappresentato dal Festival letterario di Taobuk. E Sergio Mattarella gli ha stretto la mano, gli ha fatto gli auguri e ha auspicato un sereno e proficuo cammino per tutta la Città metropolitana di Messina. Il “battesimo” è stato di quelli da ricordare.
E stasera Federico Basile (che festeggia il compleanno), la sua squadra, i candidati delle nove liste a suo sostegno, tutti i sostenitori dell’Amministrazione eletta lo scorso 12 giugno, si ritroveranno in piazza Unione europea, di fronte al Municipio, per quella che è stata definita «la festa di ringraziamento ai messinesi». Ci saranno ovviamente il leader di Sicilia Vera Cateno De Luca, il deputato messinese di Prima l’Italia Nino Germanà, le due ex Iene, l’europarlamentare Dino Giarrusso e il portavoce di Sicilia Vera Ismaele Lavardera. Era stata annunciata la presenza del leader nazionale della Lega Matteo Salvini, ma non ci sarà.

Una «serata in piazza» che concluderà i festeggiamenti di una settimana particolare, iniziata con la vittoria al primo turno e conclusasi con il giuramento della Giunta davanti alla segretaria generale del Comune. «Ma adesso si lavora», continua a ripetere Federico Basile, intendendo che già da domani l’esecutivo da lui guidato sarà pienamente operativo. Le frasi «Riprendiamo da dove abbiamo lasciato», «Rimettiamo mani ai progetti e alle opere», «Sblocchiamo quello che si è fermato in questi quattro mesi», non sono più slogan da campagna elettorale ma impegni da assumere concretamente. Ci saranno ancora alcuni passaggi, come lo scambio di consegne con il commissario straordinario Leonardo Santoro e, poi, si attenderà il completamento delle infinite operazioni di verifica dei voti, per inaugurare la nuova stagione politico-amministrativa in Aula, davanti al Consiglio comunale. Balla ancora, come è noto, il premio di maggioranza, ma per Basile e la sua Giunta sembra che cambi poco o nulla: «Noi siamo pronti a ripartire, domani tutti ai nostri posti, con più slancio ancora di quando abbiamo lasciato».

Ed è significativo, tra gli altri, il messaggio che il presidente dell’Associazione costruttori ha voluto consegnare nelle mani di Federico Basile. «Il nuovo sindaco di Messina e la sua Giunta appena insediata – dichiara Pippo Ricciardello –, hanno una occasione unica e irripetibile per dare impulso alla ripresa di tutto il territorio dell’Area metropolitana: non devono sprecarla e noi saremo in prima linea per collaborare e proporre soluzioni. Purtroppo, le criticità nella macchina elettorale comunale non consentono di avere ancora i risultati ufficiali per il Consiglio comunale ma desidero formulare l’auspicio che, indipendentemente dalla composizione del Consiglio, si apra una stagione di collaborazione e stabilità nel governo della città, valorizzando il ruolo del sindaco come vertice della Città metropolitana. Servono subito interventi per potenziare la macchina amministrativa, inserendo figure tecniche qualificate nella struttura comunale per non correre il rischio di sprecare i finanziamenti del Pnrr, dei fondi europei e nazionali e consentire la realizzazione di progetti fondamentali per la vivibilità della città e per dare un futuro a tutta la nostra comunità. Nei prossimi giorni – annuncia il presidente dell’Ance – chiederemo un incontro con il sindaco Basile e con gli assessori interessati alle materie inerenti il nostro settore, per dare la nostra massima disponibilità ad avviare un confronto continuo, al fine di individuare proposte e soluzioni funzionali all’attuazione di investimenti pubblici e privati in edilizia, consentendo la crescita delle imprese del territorio e favorendo lo sviluppo complessivo della città e della sua provincia». E Ricciardello rilancia quei temi che Sicindustria e Ance avevano sottoposto all’attenzione dei candidati a sindaco durante il confronto svoltosi pochi giorni prima del voto: «Serve una visione complessiva di sviluppo della città che coinvolga le forze produttive, i sindacati, tutte le istituzioni per evitare conflitti tra enti che, in passato, hanno contribuito a bloccare lo sviluppo. Penso all’Università, alle Scuole, agli enti preposti allo sbaraccamento, all’Autorità di sistema portuale. Solo lavorando tutti insieme potremo dare una possibilità di crescita duratura a tutta l’Area metropolitana di Messina».
Ed è proprio al Pnrr che lo stesso Basile ha fatto riferimento, in un’intervista alla Rai: «La nostra Giunta ha definito un parco progetti che mai era stato ideato nella storia del Comune di Messina, sappiamo cosa fare, apriremo i cantieri e troveremo altre risorse extra-bilancio. Saremo sempre per il dialogo, purché ci sia reciprocità. La Giunta De Luca propose il “salva Messina” che ha consentito di scongiurare il dissesto del Comune. La mia Giunta proporrà fin dai prossimi giorni il “rilancia Messina”».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook