Martedì, 27 Settembre 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Messina, il lavoro che... non c’è e la città al voto. Scontro sulle liste
AMMINISTRATIVE

Messina, il lavoro che... non c’è e la città al voto. Scontro sulle liste

di

Ci siamo messi alle spalle quella che a Messina può essere definita la Festa del Lavoro... che non c’è. E ora la campagna elettorale entra sempre più nel vivo, in vista della presentazione delle liste per le Amministrative del 12 giugno entro il prossimo 18 maggio. Ma i temi dello sviluppo e del lavoro restano l’assoluta priorità. Come sottolinea uno dei vecchi volti della politica messinese tornati in campo, l’ex vicepresidente del Consiglio comunale Silvano Arbuse (a capo di una delle liste che sostengono Federico Basile), nel 2019, ultimo anno prima del Covid, la città di Messina aveva già perso il 7% dei suoi occupati, con il tasso di inattività al 9,3 %. A settembre 2020, secondo dati Istat, era risultato che a Messina un giovane su tre non solo non lavora, ma ha smesso anche di istruirsi e formarsi. A febbraio 2021, nonostante il blocco dei licenziamenti, 3645 lavoratori della città e della provincia hanno perso la loro occupazione. «Messina è una città sempre più povera e sempre più anziana. Una città che non dà speranza ai suoi figli. Oggi più che mai è necessario fermare questa emorragia e invertire la rotta». Ed è il tema sollevato anche dalle organizzazioni sindacali, da Cgil, Cisl e Uil e dal Mcl, nel corso delle iniziative programmate per l’1 maggio.

Basile in piazza Duomo

Bagno di folla per i sostenitori dell’ex sindaco Cateno De Luca, della sua Amministrazione e del candidato di Sicilia Vera Federico Basile. Nella sera di domenica, piazza Duomo si è riempita durante il comizio-concerto dei rappresentanti dell’ex Giunta. E Basile ha ribadito di voler ripartire da quel programma e da quelle strategie di rilancio della città messi in campo negli ultimi tre anni: «Con le risorse finanziarie intercettate, con il parco progetti allestito e con le idee nuove che presenteremo nel nostro programma, il 15 maggio, a piazza del Popolo, noi siamo in grado di assicurare sviluppo e occupazione in una città dove già, grazie all’impegno della Giunta De Luca, sono stati stabilizzati centinaia di lavoratori, che vivevano nel precariato e subivano il ricatto occupazionale di certe cooperative». E Basile è tornato ad attaccare uno dei suoi “competitor”, Franco De Domenico, in merito alla querelle sulle “liste... della spesa” (quelle dei baraccati e dei lavoratori della Messina Social City).

De Domenico a “Millemusi”

Franco De Domenico liquida la polemica con un breve post: «Chi al consenso che cresce attorno alla nostra visione di città risponde solo con odio e insulti, ha già perso in partenza...». Il candidato del Centrosinistra, che non ha ancora ufficializzato le scelte riguardanti la propria squadra, ha visitato ieri mattina il canile rifugio “Millemusi” di Castanea, incontrando le associazioni che si occupano della cura e difesa degli animali. All’incontro ha preso parte il presidente della sezione di Messina della Lega nazionale difesa del cane, Aldo Alibrandi. «La tutela degli animali – ha dichiarato De Domenico – deve essere massima e la prossima Amministrazione avrà a cuore questo aspetto: già da adesso prendo un impegno che, da sindaco, i cani presenti sul nostro territorio non saranno mai portati lontani da Messina. Non è così che si fa prevenzione al randagismo».

Croce, programma e tour

Ieri lunga giornata dedicata alle riunioni della coalizione di Centrodestra che sostiene Maurizio Croce, incentrate in particolare sulla scelta dei candidati alla presidenza delle Circoscrizioni. In pole position l’uscente Davide Siracusano al secondo Quartiere e Francesco Pagano al sesto. In questo caso, si profila uno scambio di candidature con Maurizio Mangraviti, presidente uscente, che potrebbe essere in corsa per il Consiglio con “Ora Sicilia”. E ieri Croce ha lavorato anche con i suoi 5 assessori designati e con dei tecnici per stilare il programma elettorale. Domani riprende il tour in periferia e al centro.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Messina

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook