Lunedì, 27 Giugno 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Messina, processo d'appello “Beta”: iniziato l’intervento dell’accusa

Messina, processo d'appello “Beta”: iniziato l’intervento dell’accusa

È entrato nel vivo il processo d’appello per l’operazione antimafia “Beta” della Dda e dei carabinieri del Ros sulla famiglia mafiosa Romeo-Santapaola, la “cupola” che ha governato gli affari sporchi a Messina per anni. Dopo la relazione introduttiva il procuratore generale facente funzioni Maurizio Salomone ha avviato la prima parte della sua requisitoria, durata parecchie ore, che proseguirà il 6 maggio con le richieste conclusive. Il magistrato nel corso dell’esame delle singole posizioni ha anticipato una richiesta di assoluzione parziale per Ivan Soraci da un caso d’estorsione e un’analoga richiesta d’assoluzione parziale per Michele Spina da un caso di traffico di influenze illecite. Sul piano generale il magistrato dell’accusa ha poi evidenziato la cosiddetta “forza del giudicato” in questa vicenda , che è stata esercitata in ben quattro processi dalle pronunce di altri giudici nei giudizi abbreviati “Beta 1” e “Beta 2”, ed ha prodotto agli atti le rispettive sentenze esitate della Cassazione.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Messina

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook