Lunedì, 27 Giugno 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Lavoro, vertenze e mobilità: i temi del Congresso Uiltrasporti Messina
SINDACATO

Lavoro, vertenze e mobilità: i temi del Congresso Uiltrasporti Messina

di
Il segretario Michele Barresi: "Il nostro impegno è ridare assieme, sindacato e politica, dignità a questo territorio e al mondo del lavoro che ne rappresenta futuro e attese di rinascita"
congresso, messina, uiltrasporti, Messina, Cronaca
Michele Barresi

I temi della mobilità regionale e cittadina al centro dell'XI congresso territoriale Uiltrasporti Messina - Caltanissetta ed Enna chiamato a eleggere i nuovi organi direttivi del sindacato. Presenti il segretario generale della Uil Messina Ivan Tripodi e il segretario regionale di Uiltrasporti Agostino Falanga.

Dignità del lavoro è il concetto chiave dell'appassionata relazione del segretario Michele Barresi fatta davanti a numerosi delegati e rappresentanti di politica e del sindacato che hanno affollato la sala Sinopoli del teatro Vittorio Emanuele. "Il nostro impegno - afferma Barresi - è ridare assieme, sindacato e politica, dignità a questo territorio e al mondo del lavoro che ne rappresenta futuro e attese di rinascita". Barresi ha poi ricordato le battaglie degli ultimi anni ma anche l'impegno per azzerare le morti sul lavoro: "La Uiltrasporti non è stato il sindacato delle scelte facili, la dignità non è mai stata per noi solo uno slogan ma un valore". Un passaggio anche sui rapporti difficili con l'ex amministrazione comunale.

Ha poi parlato delle vertenze del territorio a partire dal porto di Tremestieri, la via Don Blasco, il viadotto Ritiro, la vertenza dei lavoratori di Blu Jet e tante altre: "Sul mare - dice - si gioca il futuro di questo territorio. Sullo Stretto - prosegue - proponiamo un patto d'area che metta al centro il lavoro e uguali diritti per tutti". Altro passaggio è sulle ferrovie: "La Sicilia oggi è ferroviariamente un'isola quasi isolata". Riflettori accesi anche sulle partecipate in particolare all'Atm e servizi bene comuni.

Ad aprire il congresso l'inno nazionale suonato al pianoforte da Daniele Muscolino e un video sul trentennale degli attentati di mafia in cui persero la vita i giudici Falcone e Borsellino e gli agenti delle loro scorte. Presenti al congresso, tra gli altri, Mario Mega, presidente dell'autorità portuale, Ivo Blandina, presidente della camera di consiglio, Claudio Cardile, presidente del consiglio comunale, il segretario della CGIL Giovanni Mastroeni, i parlamentari Francesco D'Uva e Maria Flavia Timbro e il candidato a sindaco della coalizione di centrosinistra Franco De Domenico.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook