Giovedì, 19 Maggio 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca S. Agata Militello, lungomare distrutto dal Tirreno: la Città metropolitana brucia le tappe
NEL MESSINESE

S. Agata Militello, lungomare distrutto dal Tirreno: la Città metropolitana brucia le tappe

di
S. Agata Militello, ieri sopralluogo dei tecnici per la redazione del progetto. L’elaborato sarà poi inviato a Palermo per il finanziamento

Si cerca di accelerare i tempi d’intervento sul lungomare di Sant’Agata Militello, sferzato dalle mareggiate che hanno provocato il crollo di un cospicuo tratto di banchina sull’area parcheggi di piazzale Peppino Impastato, distruggendo una struttura balneare limitrofa, con danni ad un’altra, ed interessando seriamente anche un tratto dell’adiacente villa Falcone e Borsellino.
Ieri mattina c’è stato il sopralluogo dei tecnici della Città metropolitana di Messina, il capo di gabinetto Francesco Roccaforte, il dirigente del Servizio viabilità metropolitana Salvo Puccio con l’ingegnere Rosario Bonanno, insieme al sindaco di Sant’Agata Militello Bruno Mancuso ed al sindaco metropolitano Cateno De Luca.
Sarà l’ente metropolitano a predisporre il progetto di messa in sicurezza e ricostruzione del lungomare che dovrà essere quindi trasmesso all’ufficio del Commissario straordinario regionale contro il dissesto idrogeologico, diretto da Maurizio Croce, che ha già manifestato nelle settimane precedenti in un confronto col sindaco santagatese le possibilità di finanziamento dell’opera.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Messina

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook