Lunedì, 03 Ottobre 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Danni da erosione a Sant'Agata Militello, un vertice per accelerare gli interventi
NEL MESSINESE

Danni da erosione a Sant'Agata Militello, un vertice per accelerare gli interventi

di
S. Agata Militello, incontro a Palermo per tentare di salvare il salvabile. Una frattura sulla pavimentazione fa ora temere il peggio

Rischia di peggiorare ulteriormente la situazione sul lungomare di Sant’Agata Militello, nel tratto già interessato dal grave crollo della scorsa settimana quando sono collassati circa un centinaio di metri di banchina nell’area parcheggi di piazzale Peppino Impastato, la stessa da due anni già oggetto di fenomeni erosivi.
La continua azione dei marosi che fino ai giorni scorsi hanno imperversato sulla costa tirrenica, infatti, ha accentuato il danno nel tratto di muro crollato, con erosione di parte del terreno sottostante la sede stradale, generando una progressiva ed evidente frattura nella pavimentazione anche sulla limitrofa villa Falcone e Borsellino.
A notarsi un distacco, seppur al momento minimo, lungo una striscia di circa una ventina di metri parallela alla ringhiera che sporge sulla spiaggia che fa temere dunque nuovi crolli qualora il mare tornasse a spingere contro il muro.
Lunedì scorso c’è stato un vertice a Palermo cui ha preso parte il sindaco di Sant’Agata Militello, Bruno Mancuso, alla presenza del direttore della Struttura commissariale contro il dissesto idrogeologico Maurizio Croce e dei tecnici dello stesso organismo regionale.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Messina

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook