Lunedì, 17 Gennaio 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Omicidio Alfano, indagato di nuovo Stefano Genovese
COLPO DI SCENA

Omicidio Alfano, indagato di nuovo Stefano Genovese

di
Ancora un colpo di scena nell’ultima indagine sull’omicidio del giornalista a Barcellona nel ’93. Si tratta del presunto killer: dopo il boss D’Amico l’ha indicato anche il pentito Biagio Grasso

Forse l’inchiesta Alfano ter per l’omicidio del cronista ammazzato da Cosa nostra barcellonese nel gennaio del ’93 sta uscendo definitivamente dalle sabbie nere dei depistaggi e dei silenzi. Dopo 28 anni. Il primo colpo di scena è, secondo indiscrezioni, la nuova recentissima iscrizione nel registro degli indagati da parte della Dda di Messina di Stefano Genovese, che in passato era stato già indicato come il killer di Alfano, prima dal boss barcellonese pentito Carmelo D’Amico e poi - ma de relato -, dal fratello, anche lui collaboratore, Francesco D’Amico. Già una prima volta si era verificato questa iscrizione, ma supportata solo dalle dichiarazioni di Carmelo D’Amico la posizione di Genovese non era stata ritenuta dalla Dda di Messina sufficientemente solida per andare a processo, e così si era registrata la richiesta di archiviazione, poi accolta dal gip.
E adesso perché questa nuova clamorosa iscrizione? La risposta possiamo solo ipotizzarla, ma tutto ci indica che le recenti dichiarazioni del pentito milazzese Biagio Grasso sull’omicidio Alfano hanno modificato il quadro generale e vengono ritenute un riscontro attendibile a quanto ha detto Carmelo D’Amico. Ma è finita qui? O ci sono altri passaggi che la Dda si appresta a compiere?

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Messina

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook