Giovedì, 30 Giugno 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Porto S. Agata Militello, prima dell’inaugurazione arrivano i contenziosi sulla gestione
NEL MESSINESE

Porto S. Agata Militello, prima dell’inaugurazione arrivano i contenziosi sulla gestione

di
S. Agata Militello, notificato al Municipio un ricorso al Tar dall’impresa “Amata srl”. La società aveva presentato richiesta di concessione per 40 anni

Con i lavori di completamento in fase di ultimazione, e l’obiettivo fissato alla prossima primavera per la consegna dell’opera (seppur al netto della parte interessata dal sifonamento, ndc), si gioca anche sul campo della giustizia amministrativa la partita per la futura gestione dei servizi diportistici al Porto dei Nebrodi di Sant’Agata Militello.
Notificato infatti al Comune un ricorso proposto al Tar di Catania dall’impresa “Amata srl”, per l’annullamento della determina dello scorso agosto con la quale il sindaco Bruno Mancuso, nella qualità di presidente della conferenza di servizi, ha rigettato le istanze promosse della stessa promotrice e dalla concorrente e costituenda Ati, relative alla concessione demaniale marittima per «la realizzazione e gestione di una struttura portuale turistica», concludendo con esito negativo i lavori della conferenza.
Una questione che affonda le proprie radici già a fine 2016 quando l’impresa “Amata” presentò all’assessorato regionale Territorio e ambiente e al Comune istanza di concessione della durata di 40 anni, sulla scorta della cosiddetta legge Burlando, per la realizzazione di un approdo turistico da circa 921 posti barca e relativi servizi su 59.796 mq di specchio acqueo e 113.949 mq di area demaniale marittima.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Messina

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook