Sabato, 16 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Messina, ritardo nei lavori nel torrente Bisconte-Cataratti
COMMISSIONE

Messina, ritardo nei lavori nel torrente Bisconte-Cataratti

La data di ultimazione originariamente era il 22 ottobre, ma bisognerà aspettare almeno la fine dell’anno

La I Commissione consiliare Lavori Pubblici, presieduta dal consigliere Libero Gioveni, stamani ha fatto un focus sullo stato di avanzamento dei lavori di messa in sicurezza del torrente Bisconte-Catarratti, che stanno purtroppo generando non pochi disagi ai residenti dei due villaggi.

Per affrontare la problematica il presidente Gioveni ha convocato l’assessore alla difesa del suolo Francesco Caminiti, il direttore dei lavori Antonino Cortese, il Rup Angelo Lucentini e il presidente della Terza Municipalità Lino Cucè. “Durante l’ampio dibattito – ha evidenziato il presidente – è emerso che non si potrà più rispettare la data di ultimazione dei lavori originariamente prevista al 22 ottobre prossimo, ma bisognerà aspettare almeno la fine dell’anno per completare il lavoro lungo l’asse, anche se poi si dovrà realizzare una nuova condotta fognaria da valle sino alla via Santa Marta per rendere funzionale l’intervento fatto a monte. I motivi del ritardo – ha proseguito Gioveni – sono stati dovuti, oltre al periodo pandemico, anche ai rinvenimenti di numerosi sottoservizi imprevisti, fra questi cavi dell’alta tensione da 20.000 volt. Lo stato di avanzamento dei lavori è ad oggi al 76 per cento e attualmente si sta procedendo a realizzare le palificate sia a monte che a valle mentre, successivamente, si procederà alla realizzazione degli attraversamenti carrabili, a demolire il fabbricato esistente a centro strada già sgomberato nel dicembre 2018 e a creare il collegamento stabile con Fondo Pistone. Infine – ha concluso Gioveni chiedendo un ultimo incontro nel mese di dicembre - la direzione lavori si è impegnata a verificare le condizioni strutturali delle abitazioni adiacenti il torrente per effetto delle trivellazioni e, in caso di danni accertati, a porvi rimedio”.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook