Sabato, 23 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Raccolta dei rifiuti a S. Teresa di Riva, disservizi e disagi: ancora critiche alla gestione
NEL MESSINESE

Raccolta dei rifiuti a S. Teresa di Riva, disservizi e disagi: ancora critiche alla gestione

di
L’appalto espletato dalla ditta Onofaro. Mezzi attivi in orario di punta, spazzamento manuale a singhiozzo

Non si intravedono miglioramenti nella gestione del servizio di raccolta dei rifiuti a Santa Teresa di Riva. Le criticità che si trascinano ormai da anni continuano a non essere eliminate e i disagi per gli utenti sono ormai quotidiani. Nonostante i proclami da parte dell’amministrazione comunale, che un mese e mezzo fa aveva annunciato di voler bloccare il pagamento della rata mensile alla ditta che si occupa dell’igiene ambientale nella cittadina jonica, la “Onofaro Antonino” di Naso, la situazione resta identica, ed evidentemente gli inviti e i richiami ad espletare le attività con una maggiore efficienza sono rimasti inascoltati.
Ieri mattina, si è avuta la conferma che uno dei problemi principali che si trascina ormai dal 2016, quello del passaggio del mezzo per la raccolta porta a porta in un orario in cui si crea intralcio alla circolazione, continua a non essere risolto. L’autocompattatore per il ritiro di carta e cartone, che entra in azione alle 5 del mattino, è giunto sulla via Francesco Crispi nella zona centrale del paese solo alle 9.10, in pochi istanti si è creata una coda lunga 400 metri, da via Maria Grazia Cutuli fino a via Pozzo Lazzaro, di autovetture costrette ad attendere che i due operatori svuotassero cestini e carrellati e prelevassero cartoni e scatole davanti abitazioni e attività.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Messina

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook