Giovedì, 02 Febbraio 2023
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Raffineria di Milazzo, ulteriori verifiche e uno “stop” al ciclo benzine
AMBIENTE

Raffineria di Milazzo, ulteriori verifiche e uno “stop” al ciclo benzine

Dopo il caso delle emissioni e polveri di sabato scorso

Emergenza cessata alla Raffineria, ma le polemiche restano. E restano anche i dubbi. Almeno sino a quando non arriveranno i dati dell'Arpa che nella giornata di sabato ha effettuato i rilevamenti delle emissioni uscite dal camino dell'impianto del ciclo benzine e delle polveri che alla fine si sono adagiate sui balconi e sulle autovetture dei milazzesi. Un contributo di chiarezza fondamentale sollecitato congiuntamente dalle istituzioni locali e dagli ambientalisti, ma anche dagli stessi cittadini che ritengono non dover delegare in materia di salute associazioni o movimenti e di avere diritto di conoscere la qualità dell’aria nel luogo dove vivono. Nel frattempo la Raffineria ieri ha fornito altre informazioni, non tanto sulle cause del disservizio, quanto sull’avvio di accertamenti interni per capire cosa sia accaduto. In una lettera inviata al Ministero della Transizione ecologica e alla Regione, già destinatarie della missiva contenente la segnalazione del fenomeno emissivo, l’azienda comunica che «per consentire ulteriori verifiche impiantistiche sono state interrotte le procedure di avviamento degli impianti del ciclo benzine che dunque resteranno fermi in manutenzione straordinaria per circa due settimane».

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Messina

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook