Sabato, 16 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Barcellona, al “Cutroni Zodda” a rischio stop anche gli anestesisti rianimatori
ALLARME

Barcellona, al “Cutroni Zodda” a rischio stop anche gli anestesisti rianimatori

di
Deflagra un altro allarme dopo quello relativo alla cardiologia. In pericolo dal 12 agosto perfino il servizio di guardia nei reparti
Messina, Cronaca
ospedale cutroni zodda

Al “Cutroni Zodda”, dal 12 agosto, saranno a rischio i turni di servizio degli anestesisti rianimatori che non potranno essere più garantiti – per mera mancanza di sostituti – nemmeno per assicurare il semplice turno di guardia ospedaliera nei reparti rimasti in funzione solo per i ricoveri programmati che non prevedono casi d'urgenza in conseguenza della persistente chiusura ai pazienti ordinari del Pronto soccorso generale.
Difatti, così come avvenuto nel silenzio generale della politica locale il 20 e 21 luglio – quando si è registrata la “scopertura” per due giorni consecutivi dei turni dalle 14 alle 20 per mancanza di medici specializzati, il problema si ripropone adesso in termini più drastici in quanto rischia di cessare, a causa dell'assenza di altri due medici rianimatori (uno per malattia e l'altro per un periodo di aspettativa), anche il servizio di semplice guardia in supporto dei reparti funzionanti. Il responsabile dell'Unità operativa complessa di Anestesia e Rianimazione dei tre ospedali riuniti di Milazzo, Barcellona e Lipari, Giovanni Pagani, il quale già dalla mattinata del 20 luglio, prima che si verificasse la scopertura, aveva debitamente segnalato i disservizi di cui era rimasto vittima un medico anestesista che all'ospedale di Lipari non aveva ricevuto il cambio turno, restando responsabilmente al suo posto per evitare più gravi disservizi, ha predisposto i turni del servizio fino al prossimo 12 agosto.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook