Martedì, 21 Settembre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca "Rapporto ZooMafia 2021": col lockdown diminuite denunce ed indagati. I dati della Sicilia
L'OSSERVATORIO

"Rapporto ZooMafia 2021": col lockdown diminuite denunce ed indagati. I dati della Sicilia

La ventiduesima edizione del report analizza lo sfruttamento illegale di animali ad opera della criminalità organizzata e comune nel 2020

Anche quest’anno i crimini a danno di animali sono stati passati al setaccio dagli analisti dell’Osservatorio Zoomafia LAV, con il Rapporto Zoomafia 2021, redatto da Ciro Troiano, criminologo e responsabile dell’Osservatorio Zoomafia.
La nuova edizione del Rapporto, alla sua ventiduesima edizione, analizza lo sfruttamento illegale di animali ad opera della criminalità organizzata e comune nel 2020 e ha il patrocinio della Fondazione Antonino Caponnetto.

I dati delle Procure

L’Osservatorio Nazionale Zoomafia della LAV ha chiesto alle Procure Ordinarie e a quelle presso i Tribunali per i Minorenni, dati relativi al numero totale dei procedimenti penali sopravvenuti nel 2020, sia noti che a carico di ignoti, e al numero di indagati per reati a danno animali. Per la Sicilia, le risposte sono arrivate da 12 Procure Ordinarie su 16 (non hanno risposto Agrigento, Barcellona Pozzo di Gotto, Caltanissetta e Ragusa) e da tutte le quattro Procure Minorili della regione.

“Il quadro che proponiamo – afferma Troiano - si basa sui dati ottenuti da un campione pari al 75% di tutte le Procure della Repubblica siciliane. Un dato molto più che significativo, e statisticamente rappresentativo”. In particolare, per quanto riguarda le Procure Ordinarie, questo il quadro emerso:

Caltagirone (CT): in totale nel 2020 sono stati registrati 16 procedimenti con 5 indagati. Rispetto al 2019, c’è stata una diminuzione del -24% dei procedimenti (16 rispetto ai 21 del 2019) e una diminuzione del -50% del numero degli indagati (5 rispetto ai 10 del 2019).

Catania: in totale nel 2020 sono stati registrati 70 procedimenti con 151 indagati. Rispetto al 2019, i procedimenti sono diminuiti del -9%, passando da 77 a 70, mentre il numero degli indagati è diminuito del -81%, passando da 786 a 151. La vistosa e anomala diminuzione del numero degli indagati si spiega anche con il fatto che nel corso del 2019 fu registrato un procedimento penale per corse clandestine di cavalli e maltrattamento di animali con 336 indagati.

Enna: in totale nel 2020 sono stati registrati 32 procedimenti con 55 indagati. Rispetto al 2019, i procedimenti sono aumentati del +14%, passando da 28 a 32, mentre gli indagati sono aumentati del +90%, passando da 29 a 55.

Gela (CL): in totale nel 2020 sono stati registrati 18 procedimenti con 14 indagati. Rispetto al 2019, i procedimenti sono diminuiti del -25%, passando da 24 a 18, mentre gli indagati sono aumentati del +56%, passando da 9 a 14.

Marsala (TP): in totale nel 2020 sono stati registrati 38 procedimenti con 23 indagati. Rispetto al 2019, i procedimenti sono diminuiti del -17%, passando da 46 a 38, mentre gli indagati sono aumentati del +130%, passando da 10 a 23.

Messina: in totale nel 2020 sono stati registrati 74 procedimenti con 52 indagati. Rispetto al 2019, i procedimenti sono aumentati del +19%, passando da 62 a 74, mentre gli indagati sono aumentati di più del +40%, passando da 37 a 52.

Palermo: in totale nel 2020 sono stati registrati 123 procedimenti con 108 indagati. Non sono disponibili i dati relativi al 2019 per un raffronto.

Patti (ME): in totale nel 2020 sono stati registrati 25 procedimenti con 11 indagati. Rispetto al 2019, i procedimenti sono diminuiti del -14%, passando da 29 a 25, mentre gli indagati sono aumentati del +22%, passando da 9 a 11.

Sciacca (AG): in totale nel 2020 sono stati registrati 28 procedimenti con 16 indagati. Rispetto al 2019, i procedimenti sono diminuiti del -40%, passando da 47 a 28, e gli indagati del -47%, passando da 30 a 16.

Siracusa: in totale nel 2020 sono stati registrati 50 procedimenti con 57 indagati. Rispetto al 2019, i procedimenti sono diminuiti di più del -61%, passando da 130 a 50, e gli indagati del -37%, passando da 91 a 57.

Termini Imerese (PA): in totale nel 2020 sono stati registrati 58 procedimenti con 40 indagati. Rispetto al 2019, i procedimenti sono diminuiti quasi del -2%, passando da 59 a 58, mentre gli indagati sono aumentati del +29%, passando da 31 a 40.

Trapani: in totale nel 2019 sono stati registrati 77 procedimenti con 29 indagati. Rispetto al 2019, i procedimenti sono aumentati del +12%, passando da 69 a 77, mentre gli indagati sono diminuiti del -41%, passando da 49 a 29.

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook