Domenica, 19 Settembre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Patti, Aquino allarmato: “La bocciatura della Tari potrebbe causare il dissesto”
IL CASO

Patti, Aquino allarmato: “La bocciatura della Tari potrebbe causare il dissesto”

di
Il sindaco evidenza la discrasia tra i costi e le tariffe rimaste in vigore

La bocciatura del nuovo Piano Tari attraverso l’astensione di alcuni consiglieri di minoranza rischierebbe di paralizzare il servizio della raccolta differenziata porta a porta e di condurre l’ente di Palazzo dell’Aquila verso il baratro del dissesto. A sostenerlo è il sindaco Mauro Aquino, intervenuto sulla questione dopo la prova di forza di una fetta dell’opposizione, che ha ritenuto «intollerabile e insostenibile» l’aumento delle tariffe previste nel Piano presentato dalla giunta su indicazione dell’ufficio economico-finanziario. «La bocciatura del Piano e il mantenimento delle vecchie tariffe – ha dichiarato Aquino – non consentiranno al Comune di poter pagare gli oneri di conferimento e tra qualche settimana la discarica ci chiuderà i cancelli in faccia». Stesso ragionamento per l’impianto di compostaggio presso cui l’ente conferisce l’umido. «Già entro metà settembre potremmo ritrovarci centinaia di mastelli pieni nelle nostre case o lungo i margini delle strade», ha ipotizzato il primo cittadino, secondo cui la scelta dei consiglieri di bloccare l’aumento di circa 80 euro l’anno ridurrà la città ad una «pattumiera a cielo aperto».

Leggi larticolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Messina

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook