Giovedì, 21 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Fondachelli: minori sfruttati, chiesti 14 rinvii
NEL MESSINESE

Fondachelli: minori sfruttati, chiesti 14 rinvii

di
Fondachelli, i reati contestati dalla Procura in merito alla passata gestione dei centri d’accoglienza. Il sindaco Marco Pettinato, il suo predecessore e padre Franco e altri 2 familiari, ex vertici e membri dell’Istituzione per i servizi sociali e della coop Alba Nuova

Il procuratore Emanuele Crescenti ha chiesto il rinvio a giudizio di 14 indagati, tra cui il l sindaco di Fondachelli Fantina, il medico anestesista Marco Pettinato, il padre dello stesso, il medico Francesco “Franco” Pettinato e dei fratelli Danilo e Alessia, tutta la famiglia impegnata fino al termine dell'estate del 2019 nella gestione dei Centri di accoglienza per minori di Fondachelli Fantina. Sarebbero emersi gravi episodi che hanno rivelato un sistema di “potere” e di gestione ritenuto invincibile e al di sopra delle leggi. Tutti gli indagati dovranno comparire il 21 dicembre, dinanzi al Gip, per essere giudicati se meritevoli o meno di rinvio a giudizio.
A ricevere l'avviso di fissazione dell'udienza preliminare, nella cui allegata richiesta si contestano a vario titolo ai 14 indagati una serie di reati – dal “capolarato” per l'intermediazione e sfruttamento del lavoro minorile, ai maltrattamenti finiti in pestaggi, e per gli amministratori, sia comunali che dell'Istituzione dei servizi sociali del Comune, di truffa ed una serie di falsi in atti pubblici e persino di peculato – l'attuale sindaco Marco Pettinato 37 anni, il padre Franco Pettinato 64 anni, già sindaco del paese ed esperto a titolo gratuito dello stesso Comune amministrato dal figlio;

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Messina

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook