Venerdì, 30 Luglio 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Nessuna esposizione della Vara a Messina, si teme il pericolo di assembramenti
LA DECISIONE

Nessuna esposizione della Vara a Messina, si teme il pericolo di assembramenti

di
Il Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza, dopo una prima apertura, alla luce dei dati snocciolati dall'Ufficio per l'emergenza covid, ha deciso all'unanimità di non procedere con l'autorizzazione dell'allestimento e dell'esposizione del cippo all'aperto.

Dopo lo scorso anno, in cui solo una parte della Vara venne esposta all'interno del Duomo di Messina, anche per il 2021 il simbolo della città dello Stretto non potrà essere ammirato dalla cittadinanza e dai turisti. La decisione è arrivata oggi dal Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza che alla luce dei dati snocciolati dai rappresentanti dell'Asp, ha deciso all'unanimità di non procedere con l'autorizzazione dell'allestimento e dell'esposizione del cippo all'aperto. Troppo alto il rischio di assembramenti incontrollati per dare il via libera. Nessuna esposizione anche per i Giganti, così come non ci saranno i giochi d'artificio della mezzanotte.

"Abbiamo comunicato la decisione al Consiglio comunale - fa sapere l'assessore alla Cultura Enzo Caruso - Prefettura, Questura e Comune hanno coinvolto anche l'Asp per un parere e dal rappresentante del commissario, Enzo Picciolo, è arrivato un responso secco che sconsigliava l'organizzazione di qualsiasi evento, perché l'andamento dei contagi, rispetto allo stesso periodo dello scorso, preoccupa e non poco. Si teme - ha continuato - di dover nuovamente richiudere tutto già a settembre per questo è arrivato un invito alla prudenza che è stato accolto da tutti i componenti del Comitato, anche alla luce dell'impossibilità di contingentare o comunque garantire un costante distanziamento soprattutto nelle giornate del 14 e del 15 agosto. In questo momento - ha continuato Caruso - in base a quanto ci è stato riferito non possiamo permetterci di creare occasione di diffusione dei contagi".

Il Consiglio comunale ha preso atto delle comunicazioni dell'assessore Caruso ed ha comunque approvato l'atto di indirizzo con cui si chiedeva all'Amministrazione l'esposizione sia della Vara e dei Giganti in considerazione del fatto che la delibera chiedeva anche il restauro del cippo e il coinvolgimento delle associazioni culturali e comitati cittadini nell’istituzione di un calendario di manifestazioni collegati ai detti eventi nell’ambito dell’agosto messinese.

Le reazioni

"Ogni sera a Messina ci sono assembramenti, nelle strade, nei pub, nei lidi addirittura si balla. Quindi questi assembramenti di fatto vanno bene, un possibile (e non sicuro) assembramento, con la Vara esposta, regolato e organizzato no! Complimenti a chi ha contribuito a questa scelta. State privando la città del suo simbolo più importante" ha commentato a caldo il presidente della V municipalità Ivan Cutè.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook