Sabato, 16 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Elezioni all'Ateneo di Messina, ORUM "piglia tutto" e conquista otto caselle su nove
IL VOTO

Elezioni all'Ateneo di Messina, ORUM "piglia tutto" e conquista otto caselle su nove

Tutti i numeri e gli eletti al Consiglio d'Amministrazione, al Senato e al Csasu dell'Università di Messina, anche se, fra qualche mese, complici le lauree, alcune caselle potrebbero cambiare
università, Messina, Cronaca
Università di Messina

ORUM trionfa e doppia Genesi portandosi a casa otto delle nove caselle disponibili per gli organi superiori dell'Università di Messina. Al CdA ha fatto l'en plein portandosi a casa i due seggi disponibili con Antonio Pagliaro, in campo per ORUM e vicino anche alla realtà di Morgana, che è risultato il candidato più votato con 4181 preferenze. Un passo dietro, con 2015 voti, sempre una candidata espressione di ORUM, ovvero Vera Gregoli dell'associazione Cloud, componente uscente del Cda che ha così bissato l'elezione. Al Senato i quattro eletti per ORUM sono Simona Calabrese (2160 voti) dell'associazione Morgana, Emanuele Faraone (1508 voti) di UniXMe, Danilo Currò (1471 voti) di Credito Accademico e Pierluca Picciolo (1100 voti) di Figli di Ippocrate. Unico della lista Genesi ad ottenere l'ingresso al Senato è stato Guglielmo Gullifà dell'associazione Atreju con 1485 preferenze. Entrambi i posti disponibili al Csasu sono andati ad ORUM e, in particolare, ai candidati Vera Gregoli (2688 voti) e Fabio Bertolami (2298), quest'ultimo espressione dell'associazione Athena e vice coordinatore provinciale dei giovani della Lega. La Gregoli, però, è stata eletta anche al Cda, e lascierà così il posto ad Emma Parisi (che ha ottenuto 1092 preferenze).

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook