Venerdì, 21 Gennaio 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Dissesto, a Taormina si scatenano le polemiche
I CONTRASTI

Dissesto, a Taormina si scatenano le polemiche

di
Duro scontro tra l’opposizione e il sindaco di Taormina dopo l’annuncio dell’imminente dichiarazione di default. Cilona e D’Aveni puntano il dito contro Bolognari, che replica: «Palesi menzogne»

Clima politico rovente a Taormina dopo l’annuncio ufficiale del sindaco Mario Bolognari, che ha anticipato l’imminente dichiarazione del dissesto finanziario. È già esplosa un’accesa polemica tra il primo cittadino e i consiglieri di opposizione, che contestano la scelta di non presentare ricorso contro la bocciatura del piano di riequilibrio, sancita dalla Corte dei Conti il 25 maggio scorso. Secondo il primo cittadino non ci sono i margini per ribaltare quel verdetto, mentre la minoranza va all’attacco sull’argomento.
«Il dissesto è una iattura per Taormina – afferma il consigliere Salvo Cilona –. È facile affermare oggi, a 3 anni dal proprio insediamento, che il piano di riequilibrio non era sostenibile. Al sindaco la legge ha dato modo di valutare entro 150 giorni dall’insediamento la possibilità di riformulare il piano e migliorarlo. Il piano è stato azzoppato dai vecchi debiti che il sindaco conosce bene. L’Amministrazione in carica ha deciso di non opporsi alla decisione della Corte dei Conti e se ne assumerà tutta la responsabilità politica. Taormina non merita il dissesto e neanche questi amministratori».

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Messina

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook