Sabato, 24 Luglio 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Messina, incivili colti in flagrante dalle fototrappole: multe da 600 euro
RIFIUTI

Messina, incivili colti in flagrante dalle fototrappole: multe da 600 euro

Sanzioni notificate a un pensionato, a un giovane su un motorino, a una famiglia

«Vale la pena rischiare di pagare una multa da 600 euro? Perché lo fate?». Sembra non riuscire a capacitarsi, il sindaco Cateno De Luca, anche se poi adombra un sospetto: «Qualcuno, forse, con questi comportamenti, vuole dimostrare che a Messina la raccolta differenziata è un fallimento? Ma è una guerra che vinciamo noi, non voi porci e sozzoni, ora dislocheremo in città altre 400 tra telecamere e fototrappole, non avete scampo, vi becchiamo».
È una guerra di civiltà, a tutela dei cittadini onesti. E, in effetti, le immagini che colgono in flagrante alcuni incivili – tranquilli pensionati, giovani in motorino, perfino ragazzini mandati in avanscoperta dai genitori... – sono eloquentissime. Il sindaco le “condisce” con i suoi commenti “sopra le righe”, ma chi può dargli torto in questi casi? «Guardate sto porco in motorino... Siamo in una via del centro città! Arriva, deposita i rifiuti presso i carrellati di una attività commerciale che si è ben attrezzata di telecamere perché non voleva più prendere multe per colpa degli str... che fanno questi gesti di alta civiltà. Ora lo becchiamo».

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Messina

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook