Giovedì, 24 Giugno 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Messina, lo spaccio a Giostra: salgono a 73 gli indagati dopo la retata antidroga
OPERAZIONE MARKET PLACE

Messina, lo spaccio a Giostra: salgono a 73 gli indagati dopo la retata antidroga

di
messina, operazione market place, Giovanni Amante, Messina, Cronaca
Denaro sequestrato durante l'operazione Market place a Messina

Un indagato in più, al termine del blitz effettuato dalla Squadra mobile, nella notte tra lunedì e martedì scorsi. Salgono così da 72 a 73 le persone rimaste invischiate nell’inchiesta coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia di Messina chiamata “Market place”. Al lungo elenco si aggiunge Giovanni Amante, messinese di 55 anni, arrestato in flagranza di reato nella sua abitazione, nella stessa zona di via Seminario Estivo al centro del narcotraffico conteso da due famiglie, quella degli Arrigo e quella dei Bonanno. Amante – e non Antonio Ardizzone, come riportato nell’edizione della Gazzetta di venerdì scorso –, è stato sorpreso dagli agenti con un discreto quantitativo di stupefacente in casa. La polizia ha bussato alla sua porta e, dopo aver mostrato un decreto di perquisizione, ha rivoltato come un calzino il suo appartamento, a Giostra. Nella camera da letto, trovati alcuni barattoli con all’interno diversi involucri in cellophane, contenenti cocaina, per un peso complessivo di 440 grammi, nonché 9 grammi di canapa indiana. Inoltre, rinvenuti e sottoposti a sequestro un bilancino di precisione e altro materiale utile al confezionamento delle dosi.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Messina

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook