Giovedì, 06 Maggio 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Il Ministro Giovannini: "A breve la decisione sul Ponte sullo Stretto"
INFRASTRUTTURE

Il Ministro Giovannini: "A breve la decisione sul Ponte sullo Stretto"

di
Il ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture, Enrico Giovannini, nel corso di una intervista rilasciata al Corriere del Mezzogiorno di Bari, parla anche del Ponte
Messina, Cronaca
Il progetto del Ponte sullo Stretto

La Commissione tecnica su collegamento tra Calabria e Sicilia, istituita dal precedente ministro concluderà i lavori a breve». Sono le prime dichiarazioni ufficiali che arrivano dal Governo Draghi in merito alla questione del collegamento stabile tra le due sponde dello Stretto.

Il ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture, Enrico Giovannini, nel corso di una intervista rilasciata al Corriere del Mezzogiorno di Bari, parla anche del Ponte: «Capisco che la decisione è molto attesa – afferma Giovannini – ma la complessità e delicatezza del progetto richiede un’attenta valutazione del Governo e un approfondito dialogo con le amministrazioni locali e la società civile attraverso il dibattito pubblico». Poi, aggiunge: «L’attraversamento stabile dello Stretto non è indipendente da soluzioni sistemiche che riguardano anche il potenziamento dell’Alta velocità al Sud.

Le direttrici sono la Salerno-Reggio Calabria e la Catania-Messina-Palermo in Sicilia, due direttrici fondamentali che integrano il collegamento tra l’Isola e il Continente». Infine, assicura che, «con il Piano nazionale di ripresa e resilienza, il sistema di trasporti attuale e quello futuro è e sarà molto diverso da quello esistente 10 anni fa».

Una vera e propria “rivoluzione” che farà i conti con i processi di transizione ecologica in atto ma anche con la necessità – e questo Draghi e Giovannini lo sanno bene, nonostante le fortissime spinte “nordiste” in atto sul Governo nazionale – di colmare l’enorme divario ancora esistente tra le due Italie. In una, quella già attrezzata, i progetti di nuove infrastrutture sono come “ciliegine” sulla torta, nell’altra (il Sud isolato e fermo in molte sue parti a scenari ottocenteschi) sono di vitale importanza, come la bombola di ossigeno per chi non respira.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Messina

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook