Domenica, 28 Novembre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Messina, l'Orsa sostiene lo sciopero degli autoferrotranvieri
TRASPORTI

Messina, l'Orsa sostiene lo sciopero degli autoferrotranvieri

È una protesta che sul territorio messinese il sindacato sostiene perché le associazioni datoriali del settore non intendono rimuovere la pregiudiziale sul riconoscimento economico di un contratto scaduto da ben tre anni

Per motivi “tecnici” l’Orsa (Organizzazione Sindacati Autonomi e di Base) non è firmataria della protesta nazionale degli autoferrotranvieri, dichiarata da  Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Faisa Cisal e Ugl Fna, ma la segreteria provinciale di Orsa Messina ne condivide le motivazioni e lascia ai propri associati la decisione di contribuire per la buona riuscita dello sciopero di 4 ore dell’8 febbraio 2021, dalle 9 alle 13. È una protesta che Orsa sul territorio messinese sostiene perché le associazioni datoriali del settore: Asstra, Agens e Anav, non intendono rimuovere la pregiudiziale sul riconoscimento economico di un contratto scaduto da ben tre anni. Siamo consapevoli delle difficoltà economiche legate alla pandemia ma non può passare il principio per cui, in presenza di qualsivoglia crisi economica siano sempre e solo i lavoratori a pagarne le conseguenze.

I ferrovieri dell’ORSA scioperano il 9 febbraio per la sicurezza

Il tema della sicurezza dell’infrastruttura ferroviaria resta una tematica mai affrontata con determinazione sia dal Ministero delle Infrastrutture per conto della competente ANSFISA, sia dai Gestori delle Infrastrutture. Le stragi ferroviarie a partire da quella di Viareggio, quella di Pioltello e in ultimo Livraga, non hanno comportato nessuna modifica dell’attenzione, almeno organizzativa e di gestione, del sistema di controllo e certificazione delle parti componenti la sicurezza dell’esercizio ferroviario e della navigazione nello Stretto di Messina. Restano tutte integre le relazioni di esternalizzazione, al minor costo, di attività di sicurezza fondamentali oltre che dell’infrastruttura anche del materiale rotabile e della flotta navale. Per questi motivi l’Orsa, concluse con esito negativo le procedure di raffreddamento e conciliazione, ha proclamato la prima azione di sciopero nazionale di otto ore, dalle 9 alle 17 del 09 febbraio 2021 di tutti i dipendenti delle Imprese e del Gruppo Fsi.  Sscioperiamo convinti per il sacrosanto diritto alla nostra sicurezza nei luoghi di lavoro.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook