Mercoledì, 27 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Femminicidio a Furci, la giovane Lorena è morta per strangolamento
MESSINA

Femminicidio a Furci, la giovane Lorena è morta per strangolamento

di

È morta intorno alla sei del mattino del 31 marzo scorso, in quell'appartamento di via Delle Mimose, a Furci Siculo, i muri gialli e le persiane scure. La casa del delitto. È stata soffocata dal fidanzato Lorena Quaranta, la 27enne laureanda in Medicina originaria di Favara. Su di lei s'è brutalmente accanito l'infermiere 27enne calabrese Antonio De Pace.

Prima aveva ricevuto un colpo al viso con una lampada. Lui l'ha aggredita all'improvviso, c'è stata forse una colluttazione in camera da letto, lei forse ha cercato di difendersi, di resistere alla furia omicida, poi sopraffatta ha ceduto, la stretta al collo è stata fatale, pian piano la mancanza d'ossigeno, sono passati pochi minuti, ha irrimediabilmente spezzato la sua meravigliosa vita.

L'edizione integrale dell'articolo è disponibile sull'edizione cartacea della Gazzetta del Sud - edizione di Messina. 

 

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook