Domenica, 20 Settembre 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Case di riposo di Messina sotto osservazione, 15 strutture non iscritte negli elenchi
GLI ACCERTAMENTI

Case di riposo di Messina sotto osservazione, 15 strutture non iscritte negli elenchi

di

Era nell'aria fin dall'inizio della diffusione del coronavirus e alla fine la matassa si sta dipanando. Una quindicina di case di accoglienza e di riposo a Messina in piena attività presumibilmente senza le necessarie autorizzazioni, visto che non risultano iscritte nell'elenco regionale o locale. Su queste basi si sta finalizzando un'indagine della Polizia specialistica della polizia municipale, diretta dal commissario Giovanni Giardina, sul possesso o meno dei requisiti richiesti dalla legge in vigore. In caso di accertata violazione, gli esiti dovranno poi passare al vaglio della Magistratura per la valutazione di eventuali reati penali e amministrativi a carico dei responsabili di queste strutture.

In effetti, c'era qualcosa che non tornava in alcune case di riposo per anziani di Messina. Se non fosse stato per il Covid-19 forse le cose non si sarebbero mai scoperte. Il decesso di un'anziana, avvenuto il 4 aprile scorso, a causa della pandemia, nella casa di riposo “San Martino”, sita nell'omonimo viale, determinò la chiusura dei locali. Una serie di controlli incrociati tra Asp e Comune fece emergere una situazione inverosimile: la mancanza dell'iscrizione negli appositi albi comunali.

L'articolo completo sulla Gazzetta del Sud, edizione di Messina

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook