Venerdì, 30 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Clochard violentati e sequestrati a Messina, resta in carcere l'uomo arrestato dalle "Volanti"
REAL CITTADELLA

Clochard violentati e sequestrati a Messina, resta in carcere l'uomo arrestato dalle "Volanti"

Fermo convalidato e custodia cautelare in carcere. Resta dietro le sbarre della casa circondariale di Gazzi il tunisino 39enne Amis Ben Amir, fermato nei giorni scorsi dai poliziotti delle Volanti a San Ranieri.

La decisione è del gip Valeria Curatolo, su richiesta del procuratore aggiunto Vito Di Giorgio e del pubblico ministero Francesca Bonanzinga, che aveva emesso un provvedimento di fermo di indiziato di delitto a carico del nordafricano.

Deve rispondere dei reati di tentato omicidio, sequestro di persona, violenza sessuale, riduzione in schiavitù e lesioni personali ai danni di un connazionale e di due senzatetto. È accusato di aver accoltellato, il 2 maggio, un connazionale, in una delle grotte della Real Cittadella.

Ricercato dalle Volanti coordinate dal dirigente Giovanni Puglionisi, si sarebbe reso responsabile anche del sequestro di persona di una coppia senza fissa dimora, che risiedeva negli stessi luoghi degradati di San Raineri. Ed è stato individuato il 15 maggio scorso in una delle caverne, nascosto sotto un letto.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook