Sabato, 19 Giugno 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Cosa (non) si può fare a Messina ai tempi del Covid19: la guida
L'EMERGENZA

Cosa (non) si può fare a Messina ai tempi del Covid19: la guida

di

A Messina un'ordinanza dopo l'altra. Del sindaco, del presidente della Regione, della Protezione civile. E poi i famosi Dpcm, che stanno per Decreto del presidente del consiglio dei ministri. Anche quelli, uno dopo l'altro. In un labirinto di disposizioni, regole e divieti, proviamo a fare un po' d'ordine. E a chiarire, nettamente, cosa può fare (e come) e cosa non può fare ogni messinese in città, ai tempi del coronavirus. Dando una risposta a (più o meno) ogni domanda che un cittadino qualsiasi potrebbe porsi.

Cosa devo portare con me quando esco da casa?
Un'autocertificazione in cui vengono riportati i dati personali, col proprio domicilio, il numero di telefono e il numero del documento d'identità, e le ragioni per cui sto effettuando uno spostamento, che sono limitate a: comprovate esigenze lavorative; situazioni di necessità (ad esempio fare la spesa o acquistare farmaci); motivi di salute; rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza. Col nuovo modulo si autocertifica anche di non essere in condizione di quarantena né di risultare positivo al coronavirus, e di essere quindi esonerato dagli obblighi di assoluto divieto di mobilità. Qualora non si fosse nella possibilità di stampare il modulo, lo si può anche scrivere a penna. Ogni modulo sarà poi controfirmato dagli organi di polizia, in caso di controllo.

Quando posso andare al supermercato, a fare la spesa o a comprare il pane?
Tutti i giorni della settimana, compresa la domenica (a differenza di quanto disposto dall'ordinanza regionale), dalle 7 alle 18.

Quali altre attività sono aperte la domenica?
Le farmacie, fino alle 18, e le edicole.

Quando posso recarmi negli altri negozi?
Tutti i giorni, esclusa la domenica, dalle 8 alle 14.

Quante volte posso uscire nell'arco della giornata?
A meno che non si tratti di acquisti di farmaci, una volta sola al giorno e può uscire un solo componente del nucleo familiare per volta.

I tabaccai sono aperti?
Sì, a differenza di quanto previsto inizialmente, sono aperti anche la domenica ma è vietato l'uso di apparecchi da intrattenimento e per il gioco.

Posso andare a fare una passeggiata o a correre o a fare altre attività sportive?
No, il sindaco ha vietato il “pubblico passeggio” in una serie di vie e piazze della città e nelle strade limitrofe ad esse: Statale 114; lungomare da Briga Marina a Galati Marina; zona centro dalla Capitaneria di Porto, via Vittorio Emanuele, viale della Libertà fino al torrente Annunziata; via Consolare Pompea dalla rotatoria Annunziata fino a vill. Torre Faro, via Lungolago Ganzirri, via Circuito, Statale 113 e lungomare dei villaggi Acqualadroni, San Saba, Marmora, Rodia e Ortoliuzzo.

Questa regola vale anche per i villaggi?
Sì, l'ordinanza è estesa a tutti i villaggi e rioni della città. Questo il dettaglio: Altolia, Molino, Giampilieri Sup. e Giampilieri Marina, Briga Marina e Briga Superiore, Pezzolo, Santa Margherita Marina, Santo Stefano Marina, Santa Margherita, Santo Stefano Medio, Santo Stefano di Briga, Galati Marina, Galati Sant'Anna, Galati Santa Lucia, Mili Marina, Mili San Marco, Mili San Pietro, Tremestieri, Larderia Inferiore, Larderia Superiore, Tipoldo, Pistunina, Zafferia, San Filippo Superiore, Bordonaro, Cumia, Camaro Superiore, Bisconte, Gravitelli, Catarratti, San Michele, Faro Superiore, Curcuraci, Massa Santa Lucia, Massa San Giovanni, Massa San Giorgio, Castanea delle Furie, Salice, Gesso, Torre Faro e Ganzirri.

Posso invece recarmi in parchi, ville o aree gioco?
No, è espressamente vietato l'accesso a tutte queste aree. A Messina le ville comunali e i cimiteri sono interdetti al pubblico.

Posso andare in spiaggia?
No, vale lo stesso tipo di divieto imposto per le altre aree pubbliche.

Posso portare il cane a passeggio?
Naturalmente sì, per le esigenze fisiologiche del proprio animale domestico, ma solo ed esclusivamente in prossimità della propria abitazione.

Come devo comportarmi con la spazzatura?
Gli orari e i giorni di conferimento non sono mutati: i rifiuti indifferenziati, per le aree della città non coperte dal porta a porta, possono essere gettati nei cassonetti dalle 17 alle 21, tutti i giorni tranne il sabato. E' particolarmente importante, in questa fase, rispettare queste regole, in quanto nel fine settimana i mezzi di MessinaServizi non circoleranno per via della sanificazione. Rallentamenti si registreranno anche per quanto riguarda il legname e i cosiddetti Raee (rifiuti di tipo elettronico), in quanto i relativi consorzi hanno annunciato la sospensione del servizio.

Posso recarmi nella casa al mare?
Secondo l'ultimo provvedimento del Governo nazionale, nei giorni festivi e prefestivi, ma anche in quegli altri che immediatamente precedono o seguono questi giorni, è vietato ogni spostamento verso abitazioni diverse da quella principale, comprese le seconde case utilizzate per vacanza.

Posso utilizzare il mezzo pubblico?
Sì, il servizio è operativo dalle 6 alle 21 (dalle 6.30 alle 20.45 per quanto riguarda i tram), con frequenza ridotta, ma l'accesso è consentito solo nella misura massima del 40% dei posti omologati e garantendo la distanza minima di un metro tra un passeggero e l'altro.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook