Giovedì, 09 Aprile 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Bambino "venduto" a Castell'Umberto, decise 8 condanne
LA SENTENZA

Bambino "venduto" a Castell'Umberto, decise 8 condanne

di
bambino venduto, castell'umberto, Messina, Sicilia, Cronaca
Il tribunale di Messina

Otto condanne. Ma con uno “sconto” di pena. Al centro una brutta storia che all'epoca interessò tutta l'Italia. Due genitori di Castell'Umberto che si rivolsero ad alcuni “mediatori” per avere un bimbo rumeno, e pagarono circa 35mila euro.

È questa la sentenza decisa dalla sezione penale della Corte d'appello presieduta dal giudice Alfredo Sicuro per l'inchiesta “Copil”. La sentenza ha in sostanza ridimensionato le pene inflitte in primo grado nel dicembre del 2018 decisa dai giudici della prima sezione penale del tribunale di Messina. In appello quindi sette le riduzioni e una la conferma.

L'articolo completo sulla Gazzetta del Sud in edicola, edizione di Messina

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook